La storica libreria di Harry Potter in Portogallo è salva

La libreria Lello di Porto, conosciuta anche come la libreria di Harry Potter, è salva.

 La libreria ha ispirato J.K. Rowling che da giovane visse proprio a Porto nei primi anni Novanta.

Secondo la leggenda, fu proprio la libreria Lello a ispirare alcune atmosfere e ambientazioni dei libri di Harry Potter, con la libreria che, effettivamente, è architettonicamente affascinante.

Bianca Pazzaglia: età, curiosità e lavoro dell’ex moglie di Enrico Brignano

Bianca Pazzaglia è l'ex moglie di Enrico Brignano nonché ballerina ed amante del fitness in generale. Bianca Pazzaglia: età, curiosità e lavoro dell'ex moglie di...

Quattro anni fa, i fratelli Lello si trovarono a un bivio, chiudere i battenti della libreria che ha un fondo di oltre 60mila opere ed è stata fondata il 13 gennaio del 1906, o inventarsi qualcosa, scelsero ovviamente quest’ultima ipotesi.

Unendo la leggenda popolare che vede Harry Potter essere nato tra gli scaffali della “Lello” e la bellezza architettonica dei locali, con uno stile che mescola il neogotico e il liberty, con una strana scala dalla forma sinuosa e irregolare, i proprietari della libreria decisero di mettere un biglietto di cinque euro per l’ingresso.

Con questo “stratagemma” in questi quattro anni la libreria è uscita dalla crisi. Non solo, perché il costo del biglietto è deducibile dall’acquisto di un libro durante la visita, una scelta che spinge i turisti a fare un acquisto al termine del giro turistico tra le atmosfere di Harry Potter.