La Statale 163 Amalfitana in moto: l’itinerario da seguire per «Sicurmoto.it»

Foto Kristina-Aksberg-Flickr

Sicurmoto.it, portale dedicato agli amanti delle due ruote, ha pubblicato un articolo dedicato alla Statale 163 Amalfitana e all’itinerario da seguire in moto per non perdersi nemmeno uno degli splendidi paesi della Costa d’Amalfi.

L’itinerario di Sicurmoto.it parte da Positano, destinazione turistica internazionale che merita una visita molto accurata. “Il primo paese che si incontra è Praiano, con i suoi belvedere, quindi si prosegue per Furore e quindi Conca dei Marini, nel cui territorio si trova la celebre Grotta dello Smeraldo. Dopodiché è il turno di Amalfi, l’ex repubblica marinara che dà il nome all’intera costiera. Il più celebre monumento di Amalfi è certamente il Duomo in stile arabo-siciliano e dedicato a Sant’Andrea, patrono della città”.

“Superata Amalfi è il turno di Atrani, con le sue caratteristiche ‘scalinatelle’, e poi dell’esclusiva Ravello, ricca di ville da sogno. Il percorso della Costa Amalfitana in moto incontra successivamente le graziose Minori e Maiori per poi raggiungere Cetara, famosa nel mondo per la colatura di alici, e concludersi a Vietri sul Mare, il paese della ceramica, da cui si può salire, con la SP 75, fino alla piccola frazione di Albori, uno dei borghi più belli d’Italia”.

Chi è Erminio Azzaro marito di Sara Simeoni: età, figli e lavoro

Erminio Azzaro è stato atleta di alto livello e allenatore di salto in alto e proprio grazie allo sport ha conosciuto la moglie Sara Simeoni.Quest'ultima...

Ovviamente, specifica il sito, l’itinerario si può fare anche al contrario, partendo da Vietri (o da Salerno, distante pochi km) in direzione Positano.

“La SS 163 presenta numerose curve e tornanti ed è quindi perfetta per divertirsi in sella alla moto. Divertirsi però sempre con prudenza, trattandosi tra l’altro di una strada a una sola corsia per ogni senso di marcia e anche piuttosto ristretta. Inutile poi sottolineare che nei mesi estivi è molto trafficata e spesso soggetta a rallentamenti, specie per il frequente passaggio di autobus in entrambe le direzioni”.

“Deviazioni da non perdere sono secondo noi quelle di Agerola, posizionata in una conca sui monti Lattari a 600 metri sul livello del mare, da cui si gode una vista mozzafiato sulla costa (raggiungibile da Conca dei Marini attraverso la SS 366). E di Tramonti, a 321 m slm, considerata il ‘polmone verde’ dell’intera costiera (da Maiori tramite la SP 2a). Infine da Positano, in direzione ovest continuando sulla SS 163 e poi sulla SS 145, si può andare alla suggestiva Sant’Agata sui Due Golfi, posta appunto tra i golfi di Napoli e di Salerno, che possono essere osservati entrambi dal Monastero delle Monache Benedettine nelle immediate vicinanze del centro del paese”.