La Passione, il digiuno, la via Crucis. Tutti i riti e le tradizioni del Venerdì Santo

Il Venerdì Santo è il giorno della passione di Gesù. Si tratta del primo del triduo pasquale che si conclude con la resurrezione.

A questa giornata sono legati riti e tradizioni che possono variare di città in città ma che intendono rievocare la Passione e la Morte di Cristo.

La rievocazione consiste in un corteo solenne che ripercorre le tappe della che hanno portato alla crocifissione di Gesù.

Covid Campania: sono 1.880 i nuovi positivi. Tutti i dati di oggi 21 Aprile

Puntuale come ogni giorno da mesi, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino relativo ai nuovi contagi da Covid-19. Oggi si contano 1.881...

Partendo dalla cattura nell’orto di Getsemani fino alla sua morte, percorrendo le cosiddette stazioni in un’emozionante via Crucis.

Quest’ultimo è un rito che, in maniera diversa e ma ugualmente emozionante, viene riproposto in tutte le chiese e le parrocchie del mondo cristiano.

Il percorso della Via Crucis ripercorre le seguenti stazioni: Gesù è condannato a morte, Viene caricato della croce, Cristo cade per la prima volta, Incontra sua Madre, Simone di Cirene aiuta Gesù a portare la croce, La Veronica asciuga il volto del Salvatore, Cristo cade per la seconda volta, Ammonisce le donne di Gerusalemme, Terza caduta, Gesù è spogliato delle vesti, Viene inchiodato sulla croce, Cristo muore in croce, Il corpo è deposto dalla croce, La salma è collocata nel sepolcro.

Venerdì Santo: Riti e tradizione

A questa giornata, però, sono legate anche altre tradizioni oltre alla Via Crucis.

Una di queste è il digiuno ecclesiastico e l’astinenza da carni. La tradizione vuole che in questa giornata si debba mangiare una sola volta e assolutamente non con carni di qualsiasi tipo.

Purtroppo quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria questo tipo di rievocazione sarà estremamente limitata.