La maxi padella di Camogli per la Festa del Pescato di Castellabate

foto fan page La Superba, Genova

Valorizzazione del pescato locale e delle bellezze territoriali. Ritorna con questi obiettivi la “Festa del Pescato”, promossa dall’associazione Punta Tresino, che quest’anno taglia il traguardo dei dieci anni.

Lo farà in grande stile, da oggi a domenica, con l’arrivo nel paese di Benvenuti al Sud della maxi padella, già utilizzata da anni durante la nota “Sagra del Pesce” di Camogli, dove sarà fritto in oltre 2mila litri di olio Friol il pescato locale.

Ancora una volta sarà il piazzale di Campo dei Rocchi, tra le frazioni Santa Maria di Castellabate e Lago, a ospitare la tre giorni dell’evento, patrocinato dal Comune di Castellabate e sponsorizzato dal partner ufficiale Friol. I volontari dell’associazione Punta Tresino prepareranno un gustoso menù che spazierà dagli antipasti di mare al “polpo alla luciana”.

Covid Campania: nuovo record di positivi nelle ultime 24 ore. Ecco i dati e...

Puntuale come ogni giorno da mesi, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino relativo ai nuovi contagi da Covid-9.Oggi si contano...

La regina della kermesse gastronomica sarà come sempre la “frittura di paranza” che sarà per la prima volta preparata nella maxi padella, utilizzando esclusivamente olio Friol, senza olio di palma e risultato quest’anno vincitore di “Prodotto Food” nella categoria Olio & Aceto.

Sarà presente, inoltre, una delegazione della gemellata Proloco di Camogli che preparerà uno dei piatti liguri per eccellenza, la pasta al pesto genovese.