La Costiera ostaggio del traffico e di troppi interessi. Stop all’ordinanza anticaos

Ancora un’altra giornata di caos lungo la Statale 163 Amalfitana ostaggio, in questi giorni, di un flusso interminabile di automobili ed autobus.

Sono in tantissimi infatti quelli che hanno deciso di trascorrere le vacanza pasquali prima, è poi i ponti del 25 aprile è del 1 maggio proprio in Costiera Amalfitana. Il risultato è che dal giorno di Sabato Santo l’Amalfitana è completamente invasa, da Positano a Vietri sul Mare, da una fila interminabile di automobili e bus GT. E intanto è arrivato il duro colpo per quanto riguarda l’ordinanza anticaos dal momento che per ora, non c’è stato un accordo tra i comuni.

In questo caos di auto e bus indispensabile il lavoro degli ausiliari del traffico che, posizionati in punti strategici, evitano almeno che gli autobus si incontrino in una curva a gomito, evitando così la paralisi completa della circolazione.

Ravello rivuole il “Tennis Club”: il 15 dicembre assemblea pubblica con la popolazione

La città di Ravello vuole istituire nuovamento il Circolo Sociale "Tennis Club".Lo storico Tennis Club costituisce infatti per Ravello e per la comunità un...

Inevitabili i malumori degli abitanti della Costiera e dei pendolari che hanno impiegato più di un’ora e mezza a percorrere brevi tratti di strada come quello che collega Ravello ad Atrani o Maiori e Minori con Amalfi. Esasperati a che i turisti, sia italiani che stranieri, che non riescono a trovare un posto auto.

Verso mezzogiorno si è infatti riempito completamente il parcheggio di Luna Rossa ad Amalfi, ancora prima il parcheggio di Atrani e quello situato al porto di Amalfi. Stessa identica sorte agli stalli di Maiori e Minori e così via fino a raggiungere Positano.

Ad aumentare ancora ulteriormente il flusso veicolare la mancanza di collegamenti delle vie del mare che ieri ed oggi non sono riusciti a partire a causa del mare in burrasca.

Solito copione come accade ogni anno in Costiera nei giorni di festa: traffico bloccato e mezzi di soccorso costretti a fare slalom tra le automobili per correre a prestare soccorso a qualche malcapitato. Finirà mai questo triste scenario?