Istituto turistico: i sindaci della Costa d’Amalfi auspicano una definitiva determinazione della Provincia

Una definitiva determinazione che possa essere in linea con l’esigenza di migliorare la didattica e le attività formative degli studenti del territorio. Ad auspicarlo, in riferimento alla localizzazione dell’Istituto turistico, è la conferenza dei sindaci della Costa d’Amalfi che in comunicato diffuso nel tardo pomeriggio chiarisce alcune aspetti della tumultuosa riunione dell’8 gennaio scorso. “I sindaci – si legge – hanno confermato le rispettive posizioni già espresse nel corso delle audizioni presso la Provincia in occasione del dimensionamento scolastico e ribadita l’importanza dell’Istituto per il territorio della costa d’Amalfi, sull’argomento la Conferenza dei sindaci non ha assunto una posizione unanime e non si è proceduto ad alcuna votazione sul tema”. Ciononostante è innegabile la spaccatura all’interno del parlamentino dei sindaci che vede un fronte composto dai comuni di Amalfi, Agerola, Atrani (il piccolo borgo ha addirittura prodotto un atto deliberativo sulla delocalizzazione ad Amalfi del plesso unico), Conca dei Marini, Praiano, Positano e Scala, decisi a sostenere la tesi del trasferimento dell’istituto nello stabile dell’ex seminario di piazaz Duomo. Comunque sia, la Conferenza esprime auspicio che proprio la Provincia di Salerno, unico Ente competente in materia, “adotti prontamente una definitiva determinazione che possa essere in linea con l’esigenza di migliorare la didattica e le attività formative degli studenti del territorio, predisponendo al più presto un piano che preveda un polo unico dell’istruzione superiore in costa d’Amalfi”.