Questa sera, mercoledì 25 gennaio, Italia 1 propone Io vi troverò, un avvincente film d’azione del 2008, diretto da Pierre Morel. L’attore protagonista è Liam Neeson, nei panni di Bryan Mils, un ex agente della CIA che vuole salvare la figlia rapita. Scopriamo insieme di cosa parla il film e se è basato su una storia realmente accaduta.

Io vi troverò: la trama

Bryan Mils è un ex agente della CIA in pensione che fa la guardia del corpo per le Star e le personalità influenti di Los Angeles. La sua vita privata è piuttosto complicata: l’uomo, infatti, è divorziato e ha una figlia di nome Kim. Quest’ultima passa molto più tempo con il compagno della madre che con suo padre.

Un giorno Kim chiede a Bryan il permesso di partire con la sua amica Amanda per Parigi, dove verranno ospitate dalle cugine di quest’ultima. Il padre, seppur molto titubante acconsente e le due ragazze partono. Una volta giunte a Parigi, Kim scopre
che Amanda non ha detto la verità sulla presenza delle cugine.

Le due amiche vengono avvicinate da un certo Peter che le convince a seguirle nel suo appartamento. L’uomo, però, fa parte però di un organizzazione criminale albanese che rapisce ragazze giovani, costringendole a drogarsi e vendendole al miglior offerente.

Kim e Amanda vengono trascinate nel covo dei criminali e Mils, che era al telefono con la figlia, assiste a distanza al rapimento della stessa. L’uomo, fermamente intenzionato a liberare sua figlia, parte per Parigi. Nel frattempo scopre di avere solo 96 ore di tempo prima che la ragazza venga uccisa o venduta.

Bryan chiede aiuto a Jean Claude Pitrel, un collega francese, e inizia le sue indagini su Peter e sul modo di agire dell’organizzazione mafiosa. L’ex agente della CIA farà di tutto per trovare Kim e Amanda scoprendo realtà sconvolgenti sulla compravendita degli esseri umani.

Leggi anche: Dove è stato girato Zack, cane eroe: città e location

Io vi troverò è tratto da una storia vera?

Per diverso tempo in molti hanno creduto che il film fosse tratto da una storia realmente accaduta, ma si tratta di un’informazione non veritiera. Dopo l’uscita del film, un tale di nome William G.Hillar ha tratto in inganno tutti narrando una storia totalmente inventata.

Leggi anche: Chi è Joshua il protagonista di Zack, cane eroe: storia vera

L’uomo ha raccontato di essere un colonnello in pensione e che sua figlia era stata rapita, venduta come schiava e, infine, uccisa. Purtroppo esistono realmente organizzazioni criminali che esercitano la compravendita di esseri umani.

Rapiscono specialmente giovanissime ragazze e bambini, inserendoli nel mondo della prostituzione e vendendolo come schiavi. Io vi troverò non è quindi un film basato su una storia vera, ma racconta gli eventi in modo realistico.

Articolo successivo

La Porta Rossa, chi è nella realtà Stella: età, fidanzato, lavoro e storia vera