Il suo “Ciao” viene ritrovato a oltre 20 anni dal furto. Operaio salernitano in lacrime

Era stato rubato nel 1998 il suo “Ciao“, il motorino al quale era estremamente legato. Sono passati 23 anni da quel momento.

Quando ormai non pensava di poterlo mai più rivedere, anzi probabilmente ne aveva anche dimenticato l’esistenza, il suo Ciao è tornato a casa.

Il cinquantino Piaggio gli era stato rubato a Salerno, ma è magicamente ricomparso nel foggiano, dove i carabinieri qualche giorno fa hanno notato un uomo in sella ad un vecchio motorino.

Fermato per un controllo, l’uomo alla guida ha detto che si trattava di una ‘bicicletta’. A quel punto i carabinieri hanno voluto vederci chiaro. Confrontando il numero di telaio con le banche dati delle forze di polizia hanno scoperto che il Ciao era proprio quello rubato a Salerno nel lontano 1998 e appartenente ad un impiegato salernitano di 50 anni, che all’epoca del furto di anni ne aveva 27.

L’uomo, contattato subito dai carabinieri; è rimasto incredulo e si è recato nel comune di Celenza Valfortore (Foggia) per riprendersi quel motorino che pensava di aver perso per sempre. «È come tornare indietro nel tempo», ha commentato il cinquantenne.