Il Salvator Mundi di Leonardo sullo yacht dell’erede al trono dell’Arabia Saudita

Il Salvator Mundi è il quadro più costoso della storia. Un opera che sarebbe stata attribuita a Leonardo del quale si erano perse le tracce dopo l’asta a New York del 2017, sarebbe finito nello yacht dell’erede al trono dell’Arabia Saudita.

Secondo il sito ArtNet.com, che cita due fonti non identificate “coinvolte nella transazione”, il dipinto, attributo a Leonardo Da Vinci, è approdato sul panfilo “Serene” di proprietà del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

Stando a quanto riportato dal sito di Repubblica ad acquistare il quadro sarebbe stato un altro principe saudita, Bader bin Abdullah bin Mohammed bin Farhan al-Saud, avrebbe acquistato il quadro per conto di Salman per la cifra stratosferica di 450 milioni di dollari.

Ravello Festival: il 23 agosto l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

La sezione ‘Orchestra Italia’ della 67esima edizione del Ravello Festival riserva al pubblico della Città della Musica gli ultimi appuntamenti sul Belvedere di Villa...

Lo yacht è stato costruito da Fincantieri nel 2015 pagato 500 milioni di euro, si trovava alla fine di maggio nel Mar Rosso al largo di Sharm el-Sheik, secondo informazioni raccolte dall’agenzia Bloomberg.

Secondo ArtNet il “Salvator Mundi” resterà a bordo del “Serene” fino all’inaugurazione di un nuovo polo museale che i sauditi intendono creare nella regione di Al-Ula: il progetto sarebbe ancora nelle sue fasi preliminari.