“Il Mare più bello – Guida Blu 2019”: 5 Vele al Cilento, 4 alla Costiera Amafitana

La Spiaggia di Marina d'Albori

Anche quest’anno la guida di Legambiente e Touring Club Italiano “Il mare più bello 2019” ha assegnato il riconoscimento delle 5 vele alle località più belle d’Italia che si affacciano sul mare o sui laghi.

La Sardegna è la regione più premiata con 5 comprensori a 5 vele. Importanti anche i riconoscimenti ottenuti da Sicilia, Puglia, Campania e Toscana.

La Campania piazza due comprensori al top: il Cilento Antico, vincitore di quest’anno e la Costa del Mito entrambi in provincia di Salerno. A guidare la classifica dei ben sette comprensori Campani che si affacciano sul Tirreno è il Cilento guidato da Pollica. Due comprensori a Cinque vele anche per la Toscana, i comuni della Maremma Toscana e, poco più a sud, quelli della Costa d’Argento e dell’isola del Giglio, tutti in provincia di Grosseto, mentre in Liguria le Cinque vele sventolano sui tre Comuni delle Cinque Terre.

Le meravigliose acque di Acciaroli a Pollica

L’inganno: trama, cast, attori e curiosità film in onda questa sera su Canale 5

Questa sera su Canale 5 sarà proposto il film L'Inganno, uscito nel 2017 e diretto dalla regista Sofia Coppola. L'inganno: trama Durante la Guerra di Secessione americana, le...

Dopo la Campania segue il litorale della Maremma Toscana con Castiglione della Pescaia (Gr), quindi la Baronia di Posada (Nu) e il Parco di Tepilora, il Litorale di Chia con Domus De Maria (Sud Sardegna), Baunei (Nu), l’Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d’Argento e l’Isola del Giglio (Gr), le Cinque Terre guidate da Vernazza (Sp), l’isola di Pantelleria (Tp), la Gallura Costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Ss), la Costa del Mito e l’area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro (Sa), l’Alto Salento Adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del Parco agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare (Ba), il Litorale Trapanese Nord guidato da San Vito lo Capo (Tp) e l’isola di Ustica (Pa).

In Italia sono in tutto 97 i comprensori turistici individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell’ospitalità. I dati sono stati integrati dalle valutazioni espresse dai Circoli locali e dall’equipaggio della Goletta Verde.

I parametri per l’attribuzione delle cinque vele sono divisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Ci sono quindi zone naturalisticamente più significative dei premiati con le 5 vele ma con servizi turistici non eccellenti e altri comprensori che possono contare su località con strutture ricettive impeccabili in aree dove però mare e coste sono state più compromesse.

“Anche quest’anno raccontiamo quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola – ha dichiarato Sebastiano Venneri, responsabile Mare e Turismo Legambiente -. Il mondo del mare, infatti, si trova a dover dare risposte all’altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria e ha messo su un bel ventaglio di proposte e iniziative: enti locali, imprenditori privati, associazioni e regioni si sono impegnati a proporre soluzioni avanzate per una vacanza amica dell’ambiente. Tante pratiche concrete sulle quali, ne siamo più che mai convinti, cominciare a cambiare le sorti del pianeta”.

Oltre alle 5 vele sono state assegnate anche le Quattro vele che, in Campania, sono state consegnate ai comuni della Costiera Amalfitana e l’Isola di Capri e nella Penisola Sorrentina.

La Spiaggia Cauco subito dopo Marina di Erchie

Quest’anno entra nella guida un nuovo simbolo: è quello dei comuni “plastic free”, cioè che hanno adottato misure per ridurre la plastica monouso sul proprio territorio. I comuni Campani presenti nella guida sono Castellabate (Sa), Pollica (Sa), Capri (Na) e Ischia (Na).