Il Gruppo Filodrammatico “Tommaso d’Amalfi” replica «Non ti pago». Ecco quando

Dopo il grande riscontro di pubblico, il Gruppo Filodrammatico “Tommaso d’Amalfi” comunica che saranno messe in scena due repliche della commedia “Non ti pago”.

Le due replica saranno per sabato 15 febbraio e domenica 16 febbraio alle 17.30 al Salone del Centro di Solidarietà “Mons. E. Marini” di Amalfi.

Non ti pago – Trama

Ferdinando Quagliuolo ha ereditato la gestione di un “banco lotto” dopo la morte del padre. Quagliulo è egli stesso un accanito giocatore, in cerca di numeri vincenti, a dispetto della sua eccezionale sfortuna. Un suo impiegato, Mario Bertolini, al contrario colleziona vincite su vincite, suscitando una feroce invidia nel suo datore di lavoro.

Colonnine anti-Covid all’ingresso di Palazzo Sant’Agostino e Musei provinciali

La Provincia di Salerno ha installato nove dispositivi di ultima generazione per proteggere fruitori e dipendenti presso la propria sede e presso gli spazi...

Mario fa la corte a sua figlia Stella, quasi a sua insaputa, con la complicità della madre Concetta. Un giorno Mario annuncia la clamorosa vincita di una quaterna del valore di 4.000.000 di lire. Per l’occasione rivela che i numeri (1, 2, 3 e 4) li aveva ricevuti in sogno proprio dal defunto padre di Ferdinando, il quale va su tutte le furie: si impossessa del biglietto fortunato, rifiutando di corrispondergli la vincita, e rivendica il diritto alla somma.

La motivazione risiede nel fatto che Bertolini era andato a vivere nell’appartamento dove Ferdinando aveva vissuto fino alla morte del padre, quindi lo spirito di suo padre si sarebbe rivolto a Mario per sbaglio, volendo destinare la vincita a suo figlio.

Da qui partono una serie di eventi tragicomici che sfioreranno anche la tragedia.

Non ti pago – personaggi e interpreti

Ferdinando Quagliulo – Riccardo Buonsostegni

Concetta, sua moglie: Amalia Amendola

Stella, loro figlia: Giulia Manciero

Aglietiello, uomo di fatica: Ginetto Anastasio

Margherita, cameriera: Colette Manciero

Mario Bertolini: Francesco D’Amato

Erminia, sua zia: Maria Gambardella

Luigi Frungillo: Antonio Pansa / Antonio Savo

Vittorio Frungillo: Angelo Califano / Renato Napoli

Carmela, popolana: Marta Esposito

Don Raffaele Console: Berto Antonicelli

Lorenzo Stumillo, avvocato: Salvatore D’Amato

La regia è di Riccardo Buonsostegni, le scene di Romeo Proto, Francesco Cordoglio e Andrea laudano. I costumi d iAmalia Amendola e Maria Gambardella, la grafica di Giulia Manciero.

Il costo del biglietto è di 5 euro. Per info e prevendita è possibile contattare il numero 3382777425.