Il Giardino della Minerva anche quest’anno tra Parchi più belli d’Italia

Foto by Fanpage Facebook Giardino della Minerva

Anche quest’anno il Giardino della Minerva di Salerno si conferma uno dei parchi più belli d’Italia.

Per il secondo anno consecutivo, infatti, l’Hortus Sanitatis, culla della Scuola Medica Salernitana, è annoverato tra i finalisti de “Il parco più bello d’Italia” – ha scritto il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli sulla sua pagina Facebook-. Uno scrigno ricco di storia: così viene definito uno dei gioielli e degli elementi identitari della nostra città, che anno dopo anno, grazie alla bravura e alla professionalità del direttore Luciano Mauro e dei suoi collaboratori, riscuote un successo sempre più ampio di pubblico.

A decretare l’inserimento del Giardino della Minerva tra i più belli d’Italia per il secondo anno consecutivo è stato il Comitato Scientifico per la XVII edizione del Concorso “Parco Più Bello”.

La Costiera Amalfitana dice addio alle bottiglie di plastica nelle scuole

A fine Settembre, in Costiera Amalfitana, inizierà una grande azione rivoluzionaria: ragazzi a scuola senza bottigliette di plastica. Il Distretto Turistico consegnerà ben 3000...

L’Italia è stata definita il “Giardino d’Europa” e vanta un grandissimo numero di oasi verdi: dai parchi pubblici ai giardini privati che spesso sono veri gioielli nascosti, dai parchi storici ai più moderni giardini contemporanei costellati di opere d’arte all’aperto.

Il Giardino della Minerva di Salerno è stato così riassunto: “Un orto “terrazzato” e cinto da mura, ricco di storia e strutturato su cinque grandi terrazzamenti di coltivazione collegati e inquadrati visivamente da una lunga scalea pergolata. Pregevole il sistema di distribuzione dell’acqua, composto di fontane e vasche di accumulo, una per ogni terrazzamento. Il giardino fu sede, nel XIII secolo, di attività sperimentali e didattiche collegate all’antica Scuola Medica Salernitana e, pertanto, può essere considerato l’antesignano degli orti botanici che nei secoli sono stati istituiti”.