Maurizio Ferrini ha raccontato la sofferenza che ha vissuto a causa dell’assenza di lavoro e della conseguente depressione.

Quando stavo bene ero inaridito, non producevo nulla. Quando ho iniziato in qualche modo a soffrire più scrivevo. La sofferenza mi ha aperto i canali della creatività. Ci sono vite più sfortunate della mia”.

Chi è Maurizio Ferrini

Maurizio Ferrini si è fatto conoscere dal grande pubblico con Quelli della notte nel 1985. A renderlo noto fu Renzo Arbore.

In quella circostanza fu molto apprezzato e riuscì ad accaparrarsi la simpatia di migliaia di telespettatori.

Proprio grazie a questa trasmissione fece conoscere all’Italia quello che divenne un vero e proprio tormentone ovvero “Non capisco, ma mi adeguo”.

La grande occasione arriva nel 1990 con la partecipazione a Domenica In. Anche in questo caso è un successo grazie alla casalinga la signora Emma Coriandoli.

Nel 1992 Ferrini partecipa alla commedia on the road Sognando la California, diretta da Carlo Vanzina, al fianco di tre comici quali Massimo Boldi, il vecchio amico Nino Frassica e Antonello Fassari.

In seguito, inizia ad allontanarsi sempre di più sia dal cinema che dalla tv, dove lo si vede qualche volta solo come ospite.

Tutto questo fino al 2005, quando Simona Ventura lo chiama a partecipare al reality show L’isola dei famosi, tra l’altro ad edizione già in corso; Ferrini si classifica al secondo posto con il 25% dei voti.

Nel 2007 recita una piccola parte nella fiction Ma chi l’avrebbe mai detto al fianco di Ornella Muti e Katia Ricciarelli. Nel 2011 recita nel ventitreesimo episodio di Don Matteo 8, dove interpreta Dorelli.

Dopo questo periodo il telefono di Maurizio Ferrini non suonava più e l’artista ha dovuto affrontare la depressione.

Ho sofferto la fame – ha raccontato a Storie Italiane – Sono stato costretto a fare l’elemosina. Grazie alla sofferenza, però, sono riuscito nuovamente a scrivere e a creare”.