Gli hotel più eleganti della Costiera Amalfitana. Parola di Herper’s Bazaar

Il sito web inglese Herper’s Bazaar ha pubblicato un articolo su “Gli hotel più eleganti della Costiera Amalfitana per il 2022″.

“Quando la vita ti dà i limoni, assicurati che siano quelli della Costiera Amalfitana: la dolce vita non diventa più dolce che con gli agrumi di grandi dimensioni della penisola meridionale e i suoi soggiorni eleganti (in quel modo disinvoltamente italiano), che abbiamo raccolto in la nostra lista di hotel di lusso in Costiera Amalfitana” – così inizia l’articolo del sito inglese.

Successivamente Herper’s Bazar passa in rassegna i migliori hotel della Costa d’Amalfi per il 2022. Vediamoli insieme

I migliori hotel della Costiera Amalfitana per Herper’s Bazar 

Le Sirenuse, Positano

Un tempo frequentato da John Steinbeck, che non mentiva quando scriveva che “Positano taglia in profondità”, Le Sirenuse è uno degli hotel più famosi al mondo, a conduzione familiare e curato dai Sersale da quando hanno aperto la loro casa al mondo nel 1951.

Positano è affettuosamente vista dalla gente del posto come una città verticale e questo è evidente a Le Sirenuse, i cui edifici colorati si aggrappano alle scogliere e le cui terrazze offrono alcuni dei migliori panorami della città. Steinbeck ha continuato: “È un luogo da sogno che non è del tutto reale quando ci sei e diventa clamorosamente reale dopo che te ne sei andato”. Fortunatamente per gli ospiti, Le Sirenuse esiste davvero.

Hotel Santa Caterina, Amalfi

Al Hotel Santa Caterina nei pressi di Amalfi, sedie a sdraio sono allungati lungo la riva in fondo le alte scogliere per tuffi nel mare scintillante o la piscina con acqua di mare riscaldata al suo beach club, raggiungibili sia via gradini scoscesi o con gli impianti di risalita scavate nella parete rocciosa .

La villa del XIX secolo, costruita in stile Liberty (la versione italiana dell’art nouveau), ha tutta l’orticoltura regionale che ti aspetteresti: bouganville drappeggia gli edifici e frutteti e uliveti fiancheggiano il terreno. La residenza sul mare dispone al suo interno di un ristorante stellato Michelin, di una terrazza per pranzi languidi e di camere con letti a baldacchino, pavimenti in maiolica dipinta a mano e balconi a vista sul mare.

Monastero Santa Rosa, Conca dei Marini

Di tutti i panorami fotogenici della Costiera Amalfitana, pochi possono battere l’affascinante vista del Monastero Santa Rosa vista dall’acqua. C’è quella piscina, apparentemente sospesa sul mare; gli edifici seicenteschi aggrappati alle scogliere; e file di giardini accatastati dalla costa rocciosa.

Il monastero domenicano si trova nel borgo marinaro di Conca dei Marini, comoda tappa sulla strada tra Amalfi e Positano. Lo chef de Il Refettorio, stellato Michelin, utilizza i prodotti della Campania per creare la sua lettera d’amore culinaria alla zona e, poiché sua moglie viene dalla Costiera Amalfitana, il romanticismo raggiunge nuove vette.

Belmond Caruso, Ravello

Dominando Ravello dal suo punto più alto, a mille metri sul livello del mare, il Belmond Caruso continua il tema della storia incredibile della Costiera Amalfitana: il palazzo dell’XI secolo fu costruito da una nobile famiglia che aveva bisogno di un santuario in cui sostare durante il viaggio verso Costantinopoli . Per fortuna, i saloni affrescati, le volte in pietra e i giardini profumati di rose sono ancora intatti, con aggiunte moderne tra cui un’elegante piscina a sfioro sul mare.

Un personal trainer può portarti a Ravello per un allenamento con uno sfondo leggermente più impressionante della tua palestra media o per escursioni attraverso i limoneti costieri, prima di sistemarti per un meritato pasto su quella terrazza da sogno.

Hotel Villa Cimbrone, Ravello

Con un nome che ricorda tutte le proprietà leggendarie d’Italia, Villa Cimbrone a Ravello ha un’eredità da abbinare: un tempo era la dimora di Lord Grimthorpe, l’orologo dietro il Big Ben. L’edificio medievale turrito ha ospitato anche politici, artisti e membri del gruppo Bloomsbury. In questi giorni, non ha perso nulla del suo fascino, con i suoi soffitti a volta dipinti, i camini elaborati e i pavimenti in maiolica, tutti conservati.

I giardini – ridisegnati da Vita Sackville-West all’inizio del XX secolo e considerati un importante esempio di paesaggistica e botanica inglese nell’Europa meridionale – ospitano ancora la famosa serie di statue, poste lungo il bordo delle scogliere.

Palazzo Avino, Ravello

Un’altra villa medievale costruita per la nobiltà diversi secoli fa e ora fortunatamente un hotel, Palazzo Alvino si trova in alto sulle scogliere della collina di Ravello con un punto di osservazione privilegiato dei più bei villaggi di pescatori della costa.

Come si addice al parco giochi delle vacanze dei ricchi e famosi, l’hotel, non soddisfatto solo di un ristorante stellato Michelin, dispone anche di un bar aragosta e martini, dove vengono servite non meno di 100 assaggi della bevanda preferita di James Bond. Nessun hotel della Costiera Amalfitana che si rispetti sarebbe senza una terrazza mozzafiato e alla Terrazza Belvedere le meravigliose viste sulla costa accompagnate da ottimi bocconcini e pasta fresca.

Casa Angelina, Praiano

Più minimalista e moderno di molti degli hotel di lusso della Costiera Amalfitana più incentrati sugli affreschi, Casa Angelina è un palazzo tutto bianco incontaminato, ovviamente compensato dal blu abbagliante del cielo e del mare. Il boutique hotel dispone di 42 camere, ognuna con letti rivestiti da lenzuola Etro perfettamente stirate in bianco brillante (ovviamente), con gli unici altri bagliori di colore provenienti da una pianta o da un arredamento morbido.

I limoni penzolano sopra la piscina, profumando le tue nuotate in modo appropriato ad Amalfi – e il concierge crea pacchetti che includono il noleggio di una decappottabile o una gita in barca a vela con uno chef per assicurarti di vivere la dolce vita .

Il San Pietro di Positano, Positano

I ristoranti de Il San Pietro includono lo Zass, stellato Michelin, e la ventilata terrazza sulla spiaggia Carlino, che utilizzano entrambi i prodotti biologici degli orti, che coprono metà della tenuta e sono disposti su 10 livelli – e la generosità è così buona che lo chef fa il suo lavoro da due decenni.

Parte della palestra è all’esterno, sotto un limoneto, e le lezioni di yoga e pilates si svolgono su un prato con vista sul mare nell’improbabile eventualità che i livelli di benessere siano calati. L’hotel Positano ha accesso diretto ad una caletta privata, raggiungibile salendo con l’ascensore nella hall, scavata nella roccia.

Bellevue Syrene, Sorrento

Anche se in senso stretto fa parte della Penisola Sorrentina, Sorrento è un membro onorario delle città preferite della Costiera Amalfitana e vale sicuramente la pena visitarla per fare scorta di tutto, dal limoncello al pizzo.

Al Bellevue Syrene , corridoi in marmo, soffitti a volta, oggetti in vetro di Murano e ceramiche (ancora un’altra cosa da acquistare qui) sono tutti presenti. I suoi interni bianchi luminosi hanno anche finestre che incorniciano il mare che creano un santuario tranquillo e rinfrescante – e ha un molo da cui saltare per tuffi nel mare ugualmente rinfrescanti. Costruita sui resti di una villa romana, l’attuale residenza fu edificata nel 1750, aprendo come albergo nel 1820 e da allora serve cene con vista sul Vesuvio.

Casa Privata, Praiano

Come suggerisce il nome, la privacy è l’obiettivo di Casa Privata (spesso abbreviato in Ca’ P’a) a Praiano, tra Amalfi e Positano. L’intimo rifugio ha solo sette camere, la maggior parte delle quali si trovano nella villa principale ma c’è una suite a pochi passi con il proprio terrazzo che conduce anche al giardino.

I vasti terreni di prati ben curati e frutteti biologici scendono su una spiaggia rocciosa privata, dove ci sono vari lettini e set di tavoli e sedie tra cui scegliere. La rovina, un tempo casa di pescatori, è stata scoperta durante una gita in barca a vela lungo la costa e si è rapidamente conquistata per il suo carattere unico e l’isolamento paradisiaco.