Guida Michelin 2021: 44 i ristoranti stellati in Campania, 8 in Costa d’Amalfi

È stata presentata oggi, in streaming a causa dell’emergenza coronavirus, la Guida Michelin Italia 2021.

Nell’edizione numero 66 della famosa guida ci sono in tutto 371 ristoranti stellati: 11 con 3 stelle, 37 con 2, 323 con una stella.

Come da tradizione la Campania si conferma terra di buon cibo e grande cucinaa: la Guida Michelin 2021 ha premiato infatti 44 ristoranti(6 a 2 stelle e 38 a 1 stella), dietro a Lombardia con 59 ristoranti stellati (3 a 3 stelle, 6 a 2 stelle, 51 a 1 stella) e Piemonte con 46 ristoranti (1 a 3 stelle, 4 a 2 stelle, 41 a 1 stella).

Il più bel campo di tennis al mondo si trova in Costiera Amalfitana. Ecco...

Il portale dedicato al tennis "tennisworldusa" ha dedicato un suo servizio a quello che viene ritenuto il campo più bello al mondo e si...

Tre le new entry nella nostra regione: Relais Blu di Massa Lubrense, Re Santi e Leoni di Nola e Lorelei di Sorrento. Due le mancate conferme di stella: Il Riccio di Capri e Casa del Nonno 13 di Mercato San Severino.

Otto invece le stelle in Costiera Amalfitana: La Caravella di Amalfi, che mostra la sua stella dagli anni Sessanta, “Glicine” dell’Hotel Santa Caterina sempre ad Amalfi (executive chef Giuseppe Stanzione).

A Ravello splende la stella al Flauto di Pan di Villa Cimbrone (executive chef Lorenzo Montoro) e il Rossellinis del Palazzo Avino. Altro ristorante stellato Il Refettorio del Monastero Santa Rosa a Conca dei Marini, Il Faro di Capo d’Orso a Maiori, Zass dell’Hotel San Pietro di Positano e il Re Maurì del Lloyd’s Baia Hotel di Vietri sul Mare.

Non può mancare di menzione Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi che ha conquistato anche la nuova stella Verde, per la particolare attenzione al tema della sostenibilità.

Di seguito l’elenco dei 44 ristoranti stellati della Campania:

Napoli e provincia

L’Olivo** – Anacapri/Capri (NA)

Caracol – Bacoli (NA)

Taverna Estia** – Brusciano (NA)

Le Monzù – Capri (NA)

Mammà – Capri (NA)

Piazzetta Milù – Castellammare di Stabia (NA)

Danì Maison** – Ischia (NA)

La Tuga – Ischia (NA)

Indaco – Lacco Ameno/Ischia (NA)

Quattro Passi** – Marina del Cantone/Massa Lubrense (NA)

Taverna del Capitano – Marina del Cantone/Massa Lubrense (NA)

Relais Blu – Massa Lubrense (NA)

Il Comandante – Napoli

George Restaurant – Napoli

Palazzo Petrucci — Napoli

Veritas – Napoli

Re Santi e Leoni – Nola (NA)

President – Pompei (NA)

Sud – Quarto (NA)

Don Alfonso 1890** – Sant’Agata sui Due Golfi (NA)

Don Geppi – Sant’Agnello (NA)

Il Buco – Sorrento (NA)

Lorelei – Sorrento (NA)

Terrazza Bosquet – Sorrento (NA)

Josè Restaurant -Tenuta Villa Guerra – Torre del Greco (NA)

Torre del Saracino** – Vico Equense/Marina d’Aequa (NA)

Antica Osteria Nonna Rosa – Vico Equense (NA)

Maxi – Vico Equense (NA)

Salerno e provincia

Glicine – Amalfi (SA)

La Caravella dal 1959 – Amalfi (SA)

Osteria Arbustico – Capaccio/Paestum (SA)

Il Refettorio – Conca dei Marini (SA)

Il Papavero – Eboli (SA)

Il Faro di Capo d’Orso – Maiori (SA)

Le Trabe – Paestum (SA)

La Serra – Positano (SA)

Zass – Positano (SA)

Il Flauto di Pan – Ravello (SA)

Rossellinis – Ravello (SA)

Re Maurì – Salerno (SA)

Caserta e provincia

Le Colonne – Caserta (CE)

Benevento e provincia

Krèsios – Telese (BN)

Locanda del Borgo – Telese (BN)

Avellino e provincia

Oasis – Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)