Gruppi folk Costiera Amalfitana: ecco chi allieta la venuta del nuovo anno

foto da facebook

In Costiera Amalfitana non è Capodanno senza i tradizionali gruppi folk che ogni anno scendono in piazza per salutare l’anno vecchio e dare il benvenuto al nuovo al suono di tamburelli, triccheballacche, antenne e putipù.

La sfilata delle bande di Capodanno rappresenta infatti ormai da decenni una tradizione sempreverde che attira ogni anno, oltre alle numerose persone del posto, anche turisti che non si lasciano sfuggire l’occasione di lanciarsi nella mischia e ballare sulle note delle tarantelle e della musica classica napoletana.

Allo scoccare della mezzanotte del 1 gennaio le bande folk si riversano nelle strade della Costiera allietando i brindisi con la tradizionale “Canzone de lo Capo d’Anno” portando allegria e gioia con i loro balli festosi, con i vestiti vistosi e gli strumenti musicali rigorosamente costruiti a mano con la tecnica dell’ “arrangiarsi”.

Anticipazioni Amici: Cosa accadrà nella puntata di oggi 16 Marzo

Continuerà oggi l’avventura per i ragazzi che sono entrati a far parte della scuola di Amici.Il programma condotto come sempre da Maria De Filippi comincerà alle 14.10...

La nostra Costiera Amalfitana ha tantissimi gruppi folk, si potrebbe dire uno per ogni paese, costituitosi tutti tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Sessanta, ovvero proprio nel boom della Costa Diva.

Ben due i gruppi folk di Maiori che allietano le strade e le piazze durante il periodo di Capodanno, si tratta dei gruppi “E Scugnizzi” e “Marenariello” che nacque nel 1988 con lo scopo di aggregare persone con la passione per le tradizioni e la musica.

A Minori a farla da padrone nel Capodanno Costiero è il gruppo folk “O Revota Custier” mentre a Conca ad allietare l’arrivo del nuovo anno è la banda “Secacorna”. Poi ancora il “Gruppo Folk Pogerolese”. La notte di Capodanno ad Amalfi sfilerà invece con le sfilate delle bande “Città di Minori”, “La banda del Din Din”, del “Capodanno Folk Amalfitano” e del “Gruppo Folk Pogerolese”.

Una menzione poi anche al gruppo folkloristico “Città di Agerola”, nato circa un ventennio fa per conservare e promuovere quelle sane tradizioni popolari simili a quelle napoletane. Oggi il gruppo conta circa sessanta elementi tra musicisti e ballerini che oltre alla classica canzone del capodanno, si esibiscono in un vasto repertorio di canzoni classiche, moderne e tradizionali.

Infine anche Capri vanta di una banda folkloristica: si tratta di “Scialapopolo”. Colori e costumi, ballerini, musicisti e cantanti, musica e l’allegria, cultura e divertimento sono gli ingredienti che diventano il meraviglioso spettacolo del Gruppo Folkloristico Scialapopolo.

foto da facebook

Il gruppo, che testimonia il legame con la propria terra, si fa portavoce nel mondo delle tradizioni popolari di Capri dal 1925. Il coinvolgente spettacolo del Gruppo Scialapopolo può avere una durata massima di 3 ore e può contare su 18-40 persone tra ballerini, musicisti e cantanti. Oltre alle più celebri canzoni del repertorio classico napoletano, vengono interpretate anche canzoni italiane e straniere per finire con diverse tarantelle.

Se ci fossimo dimenticati di qualche gruppo folk della Costiera invitiamo a mandarci una mail a Info@amalfinotizie.it in modo da aggiornare la nostra lista!