Gregge di capre folgorato da un fulmine sulle montagne della Costiera

Furto di un gregge di capre a Positano
Foto di archivio

Il terribile temporale di ieri pomeriggio, che ha fatto scappare dalle spiagge centinaia di persone e che si è abbattuto prevalentemente nelle zone alte della Costiera Amalfitana, ha creato non solo disagi e problemi. Ma anche vittime. Un fulmine abbattutosi in località Colle San Pietro in prossimità della località Passo, a metà strada tra Ravello e Tramonti, ha folgorato un intero gregge di capre appartenete a un allevatore di Tramonti. Con gli ovini è morto folgorato anche un cane da pastore che accompagnava il gregge lungo la montagna. L’episodio è accaduto nel pomeriggio di ieri ed è stato segnalato dai proprietari del gregge ai veterinari dell’Asl che hanno accertato come la morte degli animali sia stata dovuta a folgorazione. Lo sfortunato allevatore pensava infatti che i suoi circa 50 capi di bestiame caprino fossero stati avvelenati e invece il responso dei sanitari sul decesso dell’intero gregge è stato di tutt’altra natura. Un danno notevole per l’allevatore che dal latte caprino produceva degli eccellenti formaggi a latte crudo, vanto delle tipicità delle zone montane della Costiera Amalfitana.