Google arriva per la prima volta al Giffoni Film Festival

Google arriva per la prima volta al Giffoni Film Festival e, in occasione della 49ma edizione in programma tra il 19 e il 27 luglio, arricchisce di nuovi contenuti Vivi Internet, al meglio, l’iniziativa sviluppata in collaborazione con Telefono Azzurro e Altroconsumo, per promuovere l’educazione civica digitale tra i giovani.

Nella cornice del Giffoni Film Festival, Loretta Grace, uno dei volti di YouTube, insieme a rappresentanti di Google, Altroconsumo e Telefono Azzurro annunceranno nuove attività e contenuti per aiutare i più giovani a gestire l’odio e commenti negativi online.

Martina Colasante, Public Policy Analyst di Google ha dichiarato: “Siamo felici di essere a Giffoni e di poter stabilire un dialogo diretto con i ragazzi su temi che oggi sono di grande importanza. Imparare a gestire la propria presenza su internet e saper instaurare forme di dialogo costruttive anche online sono principi fondamentali per far sì che l’esperienza dei più giovani con la tecnologia sia più sicura e positiva . Per questo insieme a Loretta Grace e ai nostri partner abbiamo lavorato per offrire a ragazzi, genitori e docenti suggerimenti per affrontare temi complessi ma di grande attualità come la gestione di contenuti di incitamento all’odio”.

Maltempo Campania : allerta meteo Gialla dalle 18 per piogge e temporali

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo a partire dalle 18 di...

Claudio Gubitosi, fondatore e direttore di Giffoni Experience ha dichiarato: “La presenza di Google a Giffoni, durante l’intero festival, per promuovere il progetto Vivi Internet al meglio insieme ad Altroconsumo e Telefono Azzurro, rappresenta un innegabile motivo di orgoglio per noi, per la Regione Campania e per il nostro Paese. L’aver identificato in Giffoni un partner con cui lavorare su temi importanti e delicati quali la sicurezza e la privacy online è un primo importante passo per una cooperazione che crediamo sempre più fondamentale e necessaria per il futuro di questa generazione interconnessa. Sono certo che l’energia e la sensibilità dei giffoners sarà di grande supporto a questo progetto, che sposa in pieno le strategie di sviluppo di Giffoni da qui ai prossimi anni: migliorare la vita di bambini e ragazzi di tutto il mondo, online e offline. Ancora una volta la Campania si mostra territorio ideale per le grandi aziende tecnologiche globali che trovano qui spazi, giovani talenti e opportunità di condivisione di progetti dal grande impatto sociale e culturale.”

Loretta Grace, cantante, attrice e creator di YouTube ha dichiarato: “Le parole, online ancor più che nella vita di tutti i giorni, hanno un peso perchè spesso si traducono in commenti, in messaggi, che possono essere poi ripresi e amplificati in rete. E’ importante che noi tutti ne diventiamo consapevoli e facciamo la nostra parte, utilizzando positività e gentilezza per contrastare l’odio e la prepotenza. Sono felice di partecipare al progetto Vivi Internet, al meglio e spero che le risorse che saranno a disposizione possano essere d’aiuto ai ragazzi e alle loro famiglie”.

Il progetto

Il progetto Vivi Internet al meglio, che nasce dall’unione delle competenze di Google, Telefono Azzurro e Altroconsumo, mette al centro cinque tematiche di assoluta rilevanza: reputazione online, phishing e truffe, privacy e sicurezza, molestie e bullismo online, segnalazione di contenuti inappropriati. Il progetto disponibile su g.co/vivinternetalmeglio, comprende una serie di risorse gratuite per adolescenti, insegnanti e genitori, affinché tutti abbiano a disposizione gli strumenti adeguati per imparare a usare il web in maniera positiva e responsabile. Safer Internet Centre – Generazioni Connesse ha promosso il progetto nell’ambito delle sue attività.

Lo scenario: cyberbullismo e scam in testa alla classifica delle minacce online più cercate in italia

Se da un lato il web è lo strumento prediletto dalle nuove generazioni per stringere relazioni e accedere a nuove informazioni, occorre d’altra parte prestare attenzione ad alcuni segnali. Crescono sul motore di ricerca di Google le ricerche legate alla sicurezza online, in Campania come nel resto d’Italia: cyberbullismo e scam (truffe online) in testa alla classifica delle minacce online più cercate. Si tratta di temi la cui importanza viene rilevata quotidianamente anche dai genitori e dai docenti. Secondo una ricerca commissionata da Google, il 98% degli insegnanti italiani ritiene che corsi sulla sicurezza online dovrebbero essere inseriti nei curricula scolastici e l’85% ha dichiarato di non disporre attualmente dei mezzi necessari per affrontare simili problematiche. Secondo l’87% degli intervistati, neppure i genitori farebbero abbastanza in materia di sicurezza online.

La convinzione è che sia dunque necessario contribuire a rendere la conoscenza di un uso responsabile del web sempre più accessibile a ragazzi, genitori e agli stessi insegnanti, essendo ormai parte della vita quotidiana.

È possibile visitare il sito g.co/vivinternetalmeglio per approfondire le risorse disponibili e iniziare a scoprire di più sui principi base di educazione civica digitale.