Giuseppe Conte:”Bar e ristoranti senza posti a sedere chiusi alle 18. Stop a tutti gli sport da contatto”

Il Presidente del Consiglio in una conferenza stampa andata in onda su Rai1 ha presentato il nuova Dpcm. Giuseppe Conte ha annunciato le nuove misure restrittive che riguarderanno moltissimi ambiti.

Per quanto riguarda i locali, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 sino alle ore 24.00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24.00, la ristorazione con asporto.

Per quanto concerne lo sport, invece, Sì all’attività sportiva e motoria all’aperto, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. Stop agli sport da contatto, anche dilettantistici. L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale. Sono consentiti soltanto gli eventi e le  competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato olimpico nazionale italiano dal Comitato italiano paralimpico.

Covid Costiera: 534 gli attualmente positivi. I dati comune per comune del 22 novembre

Come tutte le mattine riportiamo un report riguardo i casi di Covid – 19 registrati in Costiera Amalfitana durante questa “seconda ondata” del virus.Nella...

Sulla scuole il presidente Conte ha precisato che alle superiori sì alla didattica a distanza alternata però a quella in presenza e unita a una più marcata diversificazione degli orari di entrata ed uscita degli alunni.

Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale. Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza, tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e a condizione che sia assicurate specifiche misure idonee a limitare la presenza del pubbliche.