GAL Terra Protetta: 10 milioni per il turismo rurale e l’agricoltura di qualità

Sono 10 milioni i fondi che serviranno a costruire un sistema del turismo rurale e dell’agricoltura di qualità in Campania.

I fondi, attinti dal Piano di Sviluppo Rurale della Regione Campania e da capitali privati, saranno divisi in 5 misure e saranno distribuiti tra la Costiera Amalfitana, la Penisola Sorrentina e le isole del Golfo di Napoli. Diventa così realtà il sogno del Gruppo di Azione Locale «Terra Protetta», finalizzato alla promozione di uno sviluppo integrato locale con attività di informazione, formazione, assistenza ed orientamento degli operatori, anche attraverso progetti di cooperazione interterritoriale e transnazionale.

I primi 4 bandi destinati ad imprese, enti pubblici, organizzazioni di produttori ed istituzioni sociali (per un totale di 3 milioni di euro) sono stati presentati ieri nella sala delle Colonne alla Santissima Trinità e Paradiso a Vico Equense durante un incontro a cui hanno preso parte il Presidente del GAL Terra Protetta Giuseppe Guida, il coordinatore del GAL Terra Protetta Gennaro Fiume e il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore.

Anticipazioni Beautiful: ecco cosa accadrà dal 15 al 19 luglio

Con l'arrivo dell'estate la soap Beautiful va in onda dal lunedì al venerdì ad ora di pranzo.Beautiful va in onda dal 23 marzo 1987 ed...

Durante la riunione si è discusso sugli investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e turistiche su piccola scala; sulla ristrutturazione di strade e piazze storiche; sulla valorizzazione del settore turistico ed agricolo. Le varie misure prevedono incentivi per supportare la nascita di nuove imprese, la creazione e lo sviluppo di attività e servizi nel settore extra-agricolo e per fornire dotazioni finanziare per il recupero e la valorizzazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali, intervenendo nelle situazioni di maggior degrado e marginalità, nonché sul fronte della sensibilizzazione ambientale.

Costituto nel 2016, il Gal Terra Protetta coinvolge 22 Comuni tra le province di Napoli e di Salerno tra cui Agerola, Cetra, Conca dei Marini, Maiori, Minori, Positano, Ravello e Tramonti oltre al Parco Regionale dei Monti Lattari, la Comunità Montana dei Monti Lattari, la Città Metropolitana di Napoli ed oltre 80 partner privati.