Frittata di spaghetti: un classico della tradizione napoletana

La frittata di spaghetti è un classico piatto della tradizione partenopea. Di solito viene realizzato con la pasta avanzata dal giorno prima.

Il suo sapore è talmente gustoso che ad oggi viene realizzato anche in forma di finger food, perfetto per essere assaporato anche passeggiando per le stradine del centro storico.

Frittata di spaghetti: un classico della tradizione napoletana

La frittata di Maccaruni come si chiama nel napoletano ha origini antiche, risalgono al periodo del primo dopoguerra, in cui per maccaruni si intendevano solo i classici spaghetti.

La frittata di spaghetti può essere realizzata sia in bianco che con il sugo, in entrambi i casi sarà buonissima.

Ingredienti:

350 gr di spaghetti

4 uova

4 cucchiai abbondanti di parmigiano

80 gr di salame napoletano

olio E.V.O.

un pizzico di sale

pepe

Procedimento:

Se preparerete la frittata con degli spaghetti cotti al momento, scolateli e riponeteli in una ciotola.

Aggiungete al suo interno, le uova, il parmigiano grattugiato, il salame tagliato a cubetti, un pizzico di sale e una spolverata di pepe.

Mescolate il tutto, fino a quando tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene tra di loro.

A questo punto prendete una padella antiaderente e versate al suo interno un filo di olio E.V.O. e fate riscaldare.

Dopo di che, ponete al suo interno il composto con gli spaghetti. Fate cuocere per 5/6 minuti. Con l’aiuto di un coperchio piano o di un piatto ribaltate la frittata e lasciatela scivolare di nuovo in padella.

In modo tale che possa cuocere anche dall’altro lato. Aspettate il tempo necessario per rendere la parte esterna della frittata croccante e spegnete il fornello.

Impiattate e mangiate la frittata di spaghetti ancora fumante.