Frana sull’ex 366 agerolina: in settimana i lavori di messa in sicurezza

Partiranno probabilmente giovedì gli interventi di bonifica lungo l’ex statale 366 agerolina, chiusa nei giorni scorsi in seguito a una frana.

Nel pomeriggio si è conclusa una riunione operativa di tutti gli enti preposti alla gestione e soluzione dell’emergenza dell’arteria che è di competenza della Città Metropolitana di Napoli. Alla riunione hanno partecipato la Città Metropolitana, Genio Civile, Parco Regionale dei Monti Lattari, i Comuni di Agerola e Pimonte e i rispettivi Comandi di Polizia Locale, la ditta New Road incaricata dei lavori.

Gli interventi predisposti sulla strada riguardano l’installazione di micropali di cemento lungo i tre fronti interessati dalle frane e altri interventi per garantire la regimentazione delle acque piovane. Questo tipo di intervento, che si presume debba avere tempi ristretti, viene adottato proprio per far fronte al bisogno di ripristinare le normali condizioni di viabilità.

Nanu Galderisi ad Amalfi: l’ex calciatore si rilassa in Spiaggia Grande / Foto

C'era anche l'ex calciatore Giuseppe Galderisi ieri pomeriggio ad Amalfi a concedersi qualche ora di relax in Spiaggia Grande.Galderisi, soprannominato Nanu dai tifosi della...

Durante i lavori resterà in vigore l’ordinanza di chiusura al traffico dei mezzi (auto e camion), con la richiesta da parte dei Sindaci di Agerola e di Pimonte di valutare ogni possibilità per attivare un corridoio di 2 metri circa e garantire la circolazione a senso unico alternato. Sarà comunque previsto il transito dei mezzi di soccorso e di servizio ed un passaggio pedonale, al fine di consentire a studenti e pendolari di superare il tratto interdetto e raggiungere le proprie sedi con i bus della Sita.

A tal riguardo, l’attuale ordinanza di chiusura al traffico sarà rettificata. Questo consentirà il passaggio pedonale e quindi alla Sita di poter organizzare il proprio servizio, in questo modo: da Agerola fino a Traforo, uscita galleria lato Pimonte e poi bus di attesa, dopo il semaforo, dove abbiamo già predisposto un’area di manovra per i bus.