Frana Maiori: la statale amalfitana riaprirà nel pomeriggio di domani. Semafori a Cetara

Tutto pronto a Maiori sul luogo da cui un mese fa si staccò la grossa frana che ha tenuto spezzata in due la Costiera.

Gli operai del Consorzio Genea anche oggi hanno lavorato fino all’inbrunire per gli ultimi interventi di pulizia dell’impluvio dove saranno installate a sbalzi nella giornata di domani alcune reti paramassi.

La strada riaprirà nel pomeriggio di domani 13 gennaio verosimilmente intorno alle 17 anche se non si esclude che la ripresa della circolazione possa essere anticipata al primo pomeriggio qualora fossero ultimati gli ultimi interventi.

Il 30 giugno si chiude il contest “Tramonti in cartolina”: ecco come partecipare

Il 30 giugno 2020 si chiuderà il concorso "Tramonti in Cartolina", il contest fotografico indetto dalla Pro Loco Tramonti per valorizzare ancora di più la...

Un risultato importante in termini di tempistica grazie alla sinergia tra enti e istituzioni (regione su tutti, e poi genio civile dipartimento regionale della protezione civile e comuni interessati) ma soprattutto all’impegno profuso dai tecnici e dagli specialisti del consorzio Genea, l’impresa coordinata dal dottor Angelo Grimaldi, incaricata dell’importante intervento di bonifica e che in questo mese ha disposto turni di lavoro diurni e notturni per accelerare al massimo la messa in sicurezza.

«Il lavoro congiunto tra la Protezione Civile, Anas, Comuni e la Regione Campania, che ha messo a disposizione subito 8 milioni di euro per l’emergenza, – ha riferito Vincenzo De Luca- prosegue senza sosta insieme agli altri enti locali per il pieno ritorno tornare alla normalità in tutte le la aree colpite dalle alluvioni del 21 e 22 dicembre scorso: dalla Costiera Amalfitana alla Valle Caudina».

«È del tutto evidente che adesso occorre l’intervento del Governo per l’impegno finanziario necessario alla realizzazione di interventi strutturali. La Regione c’è e fa fino in fondo la sua parte» ha poi aggiunto De Luca in un post su facebook.