Filastrocche su Febbraio: Ecco Alcune Tra le Più Belle Rime sul Mese

Volete conoscere quali sono le più belle filastrocche su Febbraio?

Come per buona parte dei mesi dell’anno, anche Febbraio è stato oggetto di canti e filastrocche varie nel tempo.

Si tratta di rime composte da diversi scrittori.

Uomini e Donne: la scelta di Lorenzo Riccardi. Ecco chi ha scelto tra Claudia...

Cresce l'attesa per la scelta di Lorenzo Riccardi che sarà trasmessa in prima serata da Canale 5 il 22 di Febbraio. Per lui sono rimaste in "gioco" Claudia...

I concetti che ovviamente emergono sono il freddo pungente, la Festa di Carnevale con la sua allegria e le sue maschere.

Temi ricorrenti sono anche le giornate che si allungano pian piano e i primi fiori che spuntano.

Vediamo qui di seguito alcune tra le più belle filastrocche su Febbraio.

Filastrocche su Febbraio: le 6 più Belle in Giro per il Web

#1 Febbraio

Vengo subito dopo la merla,
il mio freddo è come una sberla,
sono il mese dei travestimenti,
balli, canti e divertimenti.
Colombina ed Arlecchino
Balanzone e Meneghino,
Pantalone e Pulcinella,
scegli la maschera quella più bella.
Sono il più piccolo dei miei fratelli,
per arrivare faccio balzelli.
Ogni quattr’anni, mi allungo di un giorno,
ma l’anno dopo piccino ritorno.
Non sono un sarto, non son calzolaio
non sono dottore e non porto il saio,
ma delle chiacchiere son buongustaio
è stato un piacere, io sono Febbraio.

#2 Febbraio (T. R. Correggi)

Oh febbraio piccolino,
non è vero che tu sia
proprio un mese malandrino.
Fra i tuoi giorni di bufera
e di freddo, tu ci porti
un pochin di primavera.

Se nel cielo ride il sole,
spuntan subito, sul greppo,
una primula e due viole.

Poi tu allunghi la giornata
più di un’ora e ci regali
qualche bella mascherata.

Non sei dunque malandrino,
o febbraio piccolino

#3 Filastrocche su Febbraio: le Rime di M. Vanni

È febbraio monellaccio
molto allegro e un po’ pagliaccio;
ride, salta, balla, impazza,
per le vie forte schiamazza;
per le vie e per le sale
accompagna il Carnevale.

Se fra i mesi suoi fratelli
ve ne sono dei più belli,
il più allegro e birichino,
sempre è lui, ch’è il più piccino.

#4 Febbraio (R. Pezzani)

Se ridi, o febbraio piccino,
col sole sia pure d’un dì,
è un riso che dura pochino,
pochino pochino così.
Appena quel tanto che basta
a fare cantare le gronde
dell’acqua mutevole e casta
che lascia la neve che fonde.
Ma basta quel primo turchino,
quel po’ d’intravvista speranza
a dare una nuova fragranza
al cuore e al destino.

#5 Febbraio (Malfatti Petrini)

Vien Febbraio,
mese gaio,
che folleggia,
che passeggia
con la maschera sul viso,
con la celia, col sorriso,
che fa il chiasso per le strade
mentre ancor la neve cade.

#5 Filastrocche su Febbraio: leggi questa di Francesca Castellin

Se ti dicon, febbraietto,
che sei corto e maledetto,
non avertene per male:
è un proverbio che non vale.
Il tuo gelido rovaio,
un ricordo di gennaio,
presto viene e presto va
e paura non ci fa.
Oh, nemmen quella tua neve
ci sgomenta, così lieve
che un respiro di tepore
basta a scioglierne il rigore.
E se ancor ti coglie il gelo
e s’addensan nubi in cielo,
basta un raggio del tuo sole
a dar vita alle viole.
Poco dura la bufera
se alle porte è primavera;
non è vero, febbraietto,
che sei corto e maledetto.

#6 Poesia su Febbraio di L. Santucci

Febbraio febbraietto,
corto corto e bizzarro.
Di lana è il tuo berretto,
di pelo il tuo tabarro.
Gelido e crudo il vento
s’infila sotto i panni.
Tien la sciarpa, attento!
E’ il mese dei malanni.
Il mese delle maschere,
del gaio carnevale:
è piena di coriandoli
la strada principale.
Febbraio breve breve,
ci porti il primo fiore:
si chiama bucaneve
e a tutti allarga il cuore.

Vi sono piaciute questa filastrocche su Febbraio? Ne conoscete altre? Segnalatecele con un bel commento!