Festival Salerno Letteratura: quest’anno partecipa anche Cetara. Ecco gli appuntamenti

Prenderà il via da domani e fino a domenica 11 novembre la terza edizione degli Stati della letteratura del Sud, il focus promosso dal festival Salerno Letteratura.

Tema di questa edizione è “La storia, le storie”, tema che vuole portare a riflettere  sull’immagine e l’immaginario del Sud. Saranno quattro le giornate itineranti tra Basilicata e Campania per rendere omaggio a Matera 2019 e rafforzare le energie che rendono viva la Rete dei festival del Sud, frutto dell’alleanza di 25 manifestazioni promosse in questi anni in sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con l’obiettivo di fare squadra e di valorizzare i territori attraverso la cultura.«Salerno Letteratura ha centrato l’obiettivo e lo dimostra il numero sempre crescente di appassionati che seguono, anno dopo anno, la manifestazione – ha dichiarato l’assessore alla Cultura e al Turismo di Cetara Angela Speranza- . Cetara partecipa con entusiasmo a questa bellissima esperienza, in una location accogliente che ospiterà un confronto-dibattito con i grandi autori della cultura moderna».

Gli appuntamenti inizieranno giovedì 8 novembre alle 21, presso il Museo nazionale archeologico Dinu Adamesteanu di Potenza con il concerto/ reading per Gilda Mignonette con Alessio Arena, autore di “La notte non vuole venire” (Fandango), voce narrante e cantante, accompagnato dai musicisti Arcangelo Caso e Giovanni Sanarico.

Cava de’ Tirreni: Studente Picchiato a Sangue in Via Cuomo

A Cava de' Tirreni ancora un episodio di violenza, sempre tra giovani. Un giovanissimo studente infatti è stato picchiato a sangue dai coetanei nel parcheggio...

Venerdì 9 alle 21.00 sempre al Museo nazionale archeologico di Potenza ci sarà il racconto/recital di Pasquale Scialò, autore di “Storia della canzone napoletana” (Neri Pozza) con il trio musicale Suonno d’ajere (Irene Scarpato, voce; Gian Marco Libeccio, chitarra; Marcello Gentile, mandolino).

In contemporanea alle ore 21, il Salone dei Marmi di Palazzo di Città di Salerno ospiterà l’ incontro con Antonio Scurati, autore di “M. Il figlio del secolo” (Bompiani), un’autobiografia immaginaria di Benito Mussolini per raccontare l’Italia di oggi.

Sabato 10, alle 21.30, presso gli spazi della Fondazione Menna di Salerno, incontro con Paolo Macry, autore di “Napoli, nostalgia di domani” (Il Mulino). Domenica 11, ore 19.30, Fondazione Menna, Salerno, il protagonista sarà Alessio Forgione, autore di “Napoli mon amour” (NN).

Sabato 10, alle 11.00, presso la Torre Vicereale di Cetara, tavola rotonda sul pensiero e l’opera di Giuseppe Galasso con la partecipazione di Emma Giammattei, Paolo Macry, Sebastiano Martelli, Aurelio Musi, Nunzio Ruggiero. Alle 12.30, sarà invece la volta di Maria Pace Ottieri, autrice de “Il Vesuvio universale” (Einaudi). Conduce Emma Giammattei.

Nel pomeriggio (ore 17.30), la sala polifunzionale Benincasa aprirà le porte a Gaetano Cappelli, autore di “Floppy disk” (Marsilio).  Alle 18.30, la lectio di Gennaro Carillo su Vico, mentre alle 19.30, Carmine Abate presenterà, in compagnia di Francesco Durante, “Le rughe del sorriso” (Mondadori).

Domenica 11 si parte da Cetara (ore 11, Torre Vicereale) con Emma Giammattei, curatrice con Emanuela Bufacchi di “Potere, prestigio, servizio. Per una storia delle èlites femminili a Napoli 1861-1943” (Guida). Alle 18, nella sala polifunzionale Benincasa, racconto-recital di Pasquale Scialò, mentre alle 19, al Museo nazionale di Potenza Simona Bonito presenterà “Il Vesuvio universale” (Einaudi) di Maria Pace Ottieri. Gran finale alle 21, al teatro Genovesi di Salerno, con il concerto-reading per Gilda Mignonette con Alessio Arena, in collaborazione con la compagnia dell’Eclissi.