Enzina Abbagnara di Amalfi su Rai5: con il coro “Il Calicanto” in un’ opera di Roberto De Simone

Nonostante la sua giovanissima età, Vincenzia Abbagnara di Amalfi ha raggiunto un altro importante traguardo nel mondo della musica e del canto.

La nipotina del nostro caro amico fotografo, Michele Abbagnara, è entrata a far parte, da circa un anno, del Gruppo Giovanile a voci pari “Il Calicanto”, che racchiude ragazzi tra i 14 e i 25 anni. Un risultato davvero eccellente per la piccola Enzina che di anni ne ha soli nove.

La sua passione per la musica e per il canto ha accompagnato Enzina sin da piccolissima, a soli cinque anni, quando ha iniziato a prendere lezioni di canto e pianoforte. Poi la partecipazione a vari concorsi canori fino ad approdare nel coro delle voci bianche del Teatro Verdi di Salerno.

Pasta al Forno con Melanzane alla Caprese: la Ricetta Originale della Bontà Isolana

Quante volte abbiamo pensato di fare una bella pasta cotta al forno.. Ebbene oltre a quella che si fa alla napoletana, esiste anche la...

Come detto, da un anno a questa parte la piccola amalfitana è entrata nel gruppo “Il Calicanto” con il quale, da ultimo, ha collaborato con il maestro Roberto De Simone all’opera “Trianon Opera – tra pupi, sceneggiata e belcanto”, andata in onda il 30 aprile su Rai5 alle 18.00 dal Teatro Trianon Viviani di Forcella a Napoli nell’ambito della programmazione operistica della settimana a lui dedicata da Rai Cultura.

Messa in scena firmata insieme a Davide Iodice, regia tv di Claudia De Toma e scenografie di Gennaro Vallifuoco, l’opera, racconta lo stesso De Simone, “è un’esplorazione storica e antropologica sulla religiosità napoletana, sia a livello colto gesuitico, sia a livello popolare”, attorno a un “documento scritto che fa da cardine esplorativo: l’opera Il vero lume tra le ombre, più nota come La Cantata dei pastori, del drammaturgo Andrea Perrucci, stampata nel 1698 e rappresentata in prima esecuzione in quello stesso anno”. Ma è soprattutto un omaggio all’essenza pura del teatro che, ricorda, “è sogno, artificio”.

Protagonisti dell’opera Maria Vergine e Giuseppe (Michele Imparato e Pino Mauro) alla ricerca di un riparo sicuro a Betlemme dove partorire il Bambin Gesù. A ostacolarli, Belfagor (Rosario Toscano), il demonio. Ma a proteggerli è la spada di Gabriello Arcangelo (Veronica D’Elia).

Menzione d’onore alla nostra piccola Vincenzina e alla sua famiglia a cui va tutto l’affetto della redazione di Amalfi Notizie.