Ecco chi inventò la sigla 007 con il significato di solo per i tuoi occhi

James Bond è un personaggio immaginario creato nel 1953 dallo scrittore britannico Ian Fleming, poi reso universalmente famoso dai film ispirati ai libri dei quali è protagonista (dodici romanzi e due raccolte di storie): colto e raffinato agente segreto del controspionaggio inglese, già comandante della Marina Militare, Bond ha come numero identificativo 007, dove il doppio zero indica che ha “licenza di uccidere”.

007, uno dei personaggi più famosi di sempre, nato dalla penna dello scrittore britannico Ian Fleming. Tra le numerose leggende che si celerebbero dietro la cifra scelta per indicare il codice segreto, ci sarebbe anche un retroscena del XVI secolo e che avrebbe come protagonista l’astrologo della regina Elisabetta I. Si tratta dell’astrologo John Dee, che a corte operava anche come agente segreto e firmava i messaggi cifrati riservati alla regina con la sigla “007”, dove gli zeri erano due occhi e il sette un numero fortunato, il tutto a indicare appunto che il contenuto era destinato “solo per gli occhi” di Elisabetta I.