Dramma nel salernitano: pony legato e abbandonato nel burrone. Le sue condizioni

Gesto vergognoso nel salernitano dove un pony è stato abbandonato in un burrone. Legata ad un albero con una fune e gettata in una scarpata isolata dal mondo, il pony era stato lasciato a morire.

Tuttavia, con la forza di chi vuole continuare a vivere nonostante i soprusi subiti, la coraggiosa cavallina ha strappato furiosamente con i denti la fune che la teneva prigioniera. Purtroppo, però, poichè troppo debole non è riuscita a risalire la strada.

Fortunatamente, i Vigili del Fuoco della caserma di Sarno, hanno immediatamente prestato aiuto al povero animale che riversava in pietose condizioni fisiche. Il cavallo era infatti disidratato, scheletrico e numerosi insetti lo stavano divorando vivo.

Ed ecco che però l’amore dei Vigili del Fuoco porta in salvo il piccolo pony, ormai esausto. Operazione di salvataggio certamente non semplice considerati il peso e soprattutto le condizioni in cui riversava l’animale.

Una volta salvata, la cavallina è stata visitata dai dottori Vincenzo Aquilino e Giovanni Conti che le hanno prescritto una terapia specifica.

La crudeltà umana purtroppo continua a far soffrire moltissimi animali indifesi che non hanno alcuna possibilità di difendersi da soli. Se si nota un animale in difficoltà o in pericolo bisogna immediatamente chiamare i Vigili del Fuoco o le varie associazioni che si occupano della salvaguardia degli animali.

Come aiutare il pony

Stiamo facendo l’impossibile per lei, viene monitorata tutta la giornata ma soprattutto coccolata…ne ha tanto bisogno. Ha iniziato a mangiare anche se lentamente. La strada è ancora lunga, è ridotta molto male. Mi chiedete in tanti come poter essere d’aiuto per la Pony nonnina. L’abbiamo battezzata “Luce” perché è quella che ieri ha visto per la prima volta nella sua vita quando è stata salvata e perché è quella che vogliamo rivedere nei suoi occhi tristi e spenti. Potete aiutare con Trucioli, Mangime solo marca “Destriero”, Flaconi di ROSSOVET CARNITINA per terapia Endovenosa Oppure semplicemente con una donazione alla nostra sezione:
IT 40E0103076170000001740040“.

Questo il messaggio pubblicato sui social dalla Lega Nazionale per la difesa del cane sezione Cava de’ Tirreni che tengono in cura il pony.

Non giriamoci mai dall’altra parte soprattutto se l’altro è pronto a darci affetto e molte coccole!