Disoccupazione Naspi: ecco come fare e che documenti presentare

La chiusura della scuola significa per molti precari la scadenza del contratto di supplenza. Molti di questi potranno usufruire dell’indennità di disoccupazione NASpI.

Quest’ultima è stata istituita dal 1° maggio 2015, in sostituzione della cosiddetta Aspi. Possono presentare la domanda di disoccupazione NASpI i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente l’occupazione.

Disoccupazione Naspi: ecco come fare e che documenti presentare

Hanno la possibilità di presentare la domanda per ottenere l’indennità: i lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro e che quindi non si sono licenziati e si trovano in condizione di disoccupazione.

Vinci Casa, i numeri vincenti di oggi 12 agosto

Anche durante il mese di agosto non si fermano le estrazioni di Vinci Casa, un gioco che faccia vincere una casa!Anche questa sera del...

Bisogna avere anche altri requisiti: la presentazione della dichiarazione di disponibilità al lavoro presso l’INPS o il Centro per l’impiego territoriale competente, la firma per il patto per la ricerca attiva del lavoro, avere almeno 13 settimane di contribuzione nei 4 anni che precedono la domanda di accesso all’indennità e avere almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono la disoccupazione.

La Naspi viene erogata mensilmente e può durare al massimo per 24 mesi, ovvero per il numero delle settimane pari alla metà delle settimane contributive lavorate degli ultimi 4 anni.

La domanda deve essere presentata all’INPS, solo ed esclusivamente in via telematica, entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Per avere tutte le ulteriori informazioni vi consigliamo di visitare il sito dell’INPS.