Dissesto strada Maiori-Chiunzi-Agro: sindaco Corbara annuncia nuovi provvedimenti

Ora la misura è colma. Ed a far sentire la loro voce sono anche i comuni al di là del crinale del Chiunzi. Sul versante dell’Agro Nocerino Sarnese. Dopo le inascoltate prese di posizioni degli anni scorsi da parte delle amministrazioni comunali della Costiera Amalfitana, in particolare Tramonti e Maiori per quanto riguarda lo stato di degrado della Sp2 Maiori-Tramonti-Chiunzi-Corbara, e di quelle di Scala e Ravello per la chiusura vergognosa della Tramonti-Ravello, scende nuovamente in campo il sindaco Pietro Pentangelo.

Il primo cittadino di Corbara, annuncia provvedimenti ancora più restrittivi se non saranno garantite la manutenzione e la messa in sicurezza della strada provinciale che dal Valico di Chiunzi porta giù all’Agro e caratterizzata da degrado e incuria.

Insomma, dietro l’angolo, ci sarebbero possibili ed ulteriori ordinanze restrittive per il transito di mezzi e veicoli se non sarà risolta grave situazione di pericolo e di incuria in cui versa la strada provinciale 2 che collega l’Agro Nocerino con la Costiera Amalfitana.

Le condizioni del tracciato stradale che attraversa ben quattro comuni, Maiori e Tramonti in Costiera Amalfitana e Corbara e Sant’Egidio nell’Agro, sta determinando non poche problematiche in merito al costante flusso di veicoli e mezzi che aumenta a dismisura nel periodo estivo.

«A distanza di quasi cinquanta giorni dall’ennesimo sopralluogo effettuato dai tecnici della Provincia che ha accertato, ove mai fosse ancora necessario, lo stato di degrado e di incuria della Sp2 che collega l’Agro Nocerino Sarnese con la Costiera Amalfitana, gli enti preposti continuano a non fornire alcuna risposta al riguardo  – dichiara esasperato il primo cittadino di Corbara – Abbiamo più volte sollecitato interventi, la Sp2 viene percorsa ogni anno da milioni di persone e soprattutto turisti e pure a  fronte dello scenario naturale incomparabile del nostro territorio, offriamo uno stato delle nostre strade ai limiti dello scempio”.

Dall’Amministrazione comunale, il sindaco conferma che ha già disposto un’ordinanza pubblicata alcune settimane fa con la quale ha limitato il transito degli automezzi di maggiore carico con l’intento di proteggere il territorio e l’incolumità dei residenti.

«Ma pare non bastare, ecco perché mi assumerò ogni responsabilità ed userò ogni prerogativa che la legge mi concede per emettere nuovi provvedimenti, maggiormente restrittivi – conclude il sindaco Pietro Pentangelo – a tutela della circolazione e del territorio, qualora non arrivino interventi rapidi ed ormai improcrastinabili»