De Luca contro i no-vax: “Una follia il tampone gratis per chi non si vaccina”

Come ogni venerdì, il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, tiene la consueta diretta Facebook in cui parla ai cittadini.

Questa volta l’oggetto di discussione è stata la scelta del Governo di rendere il Green Pass obbligatorio. Il governatore si è mostrato contrariato alla concessione di tamponi gratuiti a chi non si è vaccinato.

“Questa settimana vengono notizie interessanti. Il Governo forse per la prima volta ha deciso di prendere misure di prevenzione serie per uscire dal covid. C’è stata una lunga discussione sul Green Pass, le posizioni ragionevoli espresse dal Governo e dalla maggioranza dei cittadini hanno avuto una conclusione positiva. Nonostante la presenza di due squinternati i responsabili di Lega e Fratelli di Italia e qualche are un po’ radical chic che ha sollevato questioni di lana caprina in relazione al Green Pass”.

Queste sono le parole di De Luca che continua dicendo: “Il Governo ha deciso di difendere la salute di cittadini e l’economia del nostro Paese. Le misure relative al Green Pass rispondono a questa doppia esigenza: evitare una nuova ondata e che l’economia italiana si blocchi all’inizio di ottobre”.

Arrivano poi anche i commenti su Salvini e Meloni: “Vi ho parlato dei due gioielli politici che si sono opposti al Green Pass, Salvini e Meloni. Io non ho ancora capito la loro proposta. Sono due esponenti che si sono opposti al lock down quando avevamo migliaia di ricoverati e morti in Italia. Organizzavano cortei con persone senza mascherine a Roma. Per ogni decisione di contenimento hanno detto di no. Se li avessimo seguiti oggi l’Italia sarebbe in ginocchio”.

De Luca continua affermando: “Il Governo finalmente ha deciso nonostante qualche mugugno e non mi riferisco alle persone che nutrono preoccupazioni e paure anche a causa di questi squinternati che hanno messo in circolazione notizie campate in aria. Mi riferisco a qualche area secondo cui il problema era che intaccasse il diritto alla libertà. Anche a loro dico: voi cosa avreste fatto? Avreste avuto ospedali rischiosi, scuole con personale non vaccinato. Quando si sono chiusi i reparti ospedalieri il problema della libertà di cura sottratta ad altri pazienti non covid non esisteva?”.

“Grazie a Dio abbiamo forse alle spalle tutte queste chiacchiere al vento e tutte queste prove di irresponsabilità. Si decide che il Green Pass è obbligatorio per chi ha un attività sociale, si decide di saltare alcune posizioni sindacali cervellotiche secondo cui chi non si vuole vaccinare deve avere il tampone gratuito. Tu hai gratuitamente la possibilità di vaccinarti, decidi per fare i fatti tuoi di non farlo e alla fine lo Stato ti deve pagare il tampone? Siamo alla follia”.