Da Cava a Bologna F.C.: Emilio De Leo conquista la fiducia di Sinisa Mihajlovc

Foto Facebook Emilio De Leo

E’ balzato alle cronache calcistiche Emilio De Leo, cavese doc, fidato tattico di Sinisa Mihajlovc, attuale allenatore del Bologna.

Dopo aver scoperto la sua malattia, Mihajlovc ha affidato la squadra al vice allenatore Tanjga e a De Leo, che, dopo il pareggio de rossoblù, ha rilasciato varie interviste a vari programmi tv di calcio.

Emilio De Leo, 41 di Cava de’ Tirreni, ha iniziato la sua carriera da una squadra di Terza Categoria in Campania, fino ad arrivare al calcio professionistico. De Leo allenava infatti L’Aquilotto Cavese, squadra che militava nella Terza Categoria provinciale.

In quale progetto ha investito la fondazione di Bill e Melinda Gates

Dai diamanti non nasce niente, dal letame... può nascere fertilizzante. E senza utilizzo di acqua o sostanze chimiche. Ci pensa il nuovo, rivoluzionario, futuristico...

De Leo ha fatto conoscere a tutti il suo modo di lavorare tramite il web: a notarlo fu Fausto Salsano, anche lui di Cava dè Tirreni ed ex centrocampista della Sampdoria. Successivamente conobbe Mihajlovi che, dopo essere stato ingaggiato per la Nazionale serba, chiamò ufficialmente De Leo che è entrato così a far parte a tutti gli effetti dello staff dell’allenatore serbo.

Attualmente De Leo si occupa di metodologia, esercitazioni e strategie rispetto all’avversario.

“Il mister è sempre presente, lo sentiamo prima e dopo le gare, esprime sempre le sue considerazioni e segue tutte le sedute. È sempre più combattivo, sempre più sul pezzo – ha dichiarato De Leo alle telecamere durante un’intervista-. Lui si raccomanda di avere un approccio giusto alla gara, ci dice che l’atteggiamento è legato alla prestazione, questo i ragazzi lo sanno bene. Vogliamo crescere anche in termini di responsabilità, è il modo migliore per rendere il mister orgoglioso”.

“Siamo in una fase che chiamiamo costruzione, ha senso ciò che stiamo costruendo se continuiamo a progredire nella nostra fase di crescita”, spiega De Leo, che poi si sofferma sulla gara contro il Pisa di domenica scorsa: “L’approccio è stato giusto. Vorrei rivedere la tensione agonistica che siamo riusciti a tenere lungo i 90 minuti; ci sono frangenti in cui abbassiamo un po’ i ritmi, quell’aspetto va migliorato”.