Crostata alle Pere Napoletana: la Ricetta dell’Antico Dolce della Tradizione

Foto by ricettedelcuoreblog

La crostata alle pere napoletana viene preparata, secondo l’antica ricetta con la pera Mastantuono.

La pera Mastantuono, detta anche “pera ‘e Mast’Antuono”  è una varietà di perà particolare.

Viene prodotta nelle aree interne della Campania e in particolare nelle province di Avellino, Salerno e Napoli.

Ascolti tv 11 Febbraio: boom di ascolti per il “Commissario Montalbano”

Ottimi risultati ha fatto segnare in fatto di ascolti tv la partita andata in onda su Rai 1 tra “La compagnia del cigno” che ha ottenuto il 44,9% di...

Si tratta di una pera di dimensioni molto piccole, rotondeggianti, con il peduncolo corto.

In genere è di colore tendente al giallo con picchiettature e screziature marroni e la sua polpa è soffice e profumatissima.

Matura nel mese di Novembre e viene coltivata in impianti caratterizzati da forme di allevamento a vaso classico.

La pera Mastantuono, oltre che consumata fresca, è anche ottima per la trasformazione: è un ingrediente privilegiato per il confezionamento della marmellata.

Poi, viene usata anche in pasticceria imbottita con ricotta e ricoperta di cioccolata.

Negli ultimi anni la pera Mastantuono, ha, purtroppo, subìto la stessa sorte di altre varietà locali.

Infatti, si trova più raramente poiché, nonostante le sue ottime qualità organolettiche, è stata soppiantata da varietà commercialmente più apprezzate

Vediamo la preparazione della crostata alle pere mastantiane, o crostata alle pere napoletana.

Crostata alle Pere Napoletana di Mastantuono: la Ricetta della Tradizione

Ingredienti per 12 porzioni

Marmellata di pere kg 1; burro gr 20. Per la pasta: farina gr 500; burro gr 225; zucchero gr 225; 5 tuorli. Tempo di cottura: 20 minuti nel forno a 200 gradi.

Preparazione

Sbucciare circa 2 chili di pere, tagliarle a spicchi e preparare la marmellata usando mezzo chilo di zucchero per ogni chilo di pere sbucciate e cuocendola molto moderatamente, per un’ora e 50 minuti.

Lavorare la pasta frolla con gli ingredienti dati.

Da due terzi dell’impasto ottenuto spianare, con un matterello infarinato, varie piccole sfoglie alte un centimetro.

Sistemarle, ben ravvicinate tra loro, in una teglia sottile del diametro di 28 centimetri unta di burro, fino al limite del suo bordo. Unirle tra loro con la pressione delle dita.

Versarvi la marmellata fredda e coprire con liste di pasta ottenute dal terzo dell’impasto conservato e spianato in una sfoglia.

Porre le liste in senso orizzontale e poi in senso verticale e farle aderirle con la sfoglia messa precedentemente.

Infornare in forno molto caldo contando il tempo da quando la pasta mostra bollitine di cottura al bordo.

Sformare fredda e servire per una festosa colazione..

Fonte: Cucina Napoletana – Ricette Raccontate, M. Penta De Peppo.