Crollo di roccia a Maiori: disposto senso di marcia alternato. Si attendono rocciatori

Con un’ordinanza che dispone un intervento di bonifica lungo la parete rocciosa interessata stamane dal crollo di roccia che sono per fortuna non ha causato danni a persone, è stato istituito nel tratto tra il convento di San Francesco e la strettoia poco oltre il castello il senso di marcia alternato che sarà regolato da impianti semaforici. Questo per consentire l’intervento dei rocciatori che potrebbero essere all’opera già dal pomeriggio. Con l’ispezione alla parete rocciosa verrà definito il da farsi. Non si escludono eventuali interruzioni interruzioni a tempo, così come a accade a Furore, per consentire il distacco di arbusti o di materiale lapideo in precario stato di equilibrio.

maiori-crollo-roccia-01

L’intera parete dopo la pulizia dovrebbe essere nuovamente protetta da una rete di contenimento. Ma se ne saprà qualcosa in più appena i tecnici decideranno il tipo di intervento da porre in atto. Scongiurata comunque la chiusura dell’importante arteria sulla quale vigerà il senso di marcia alternato. Sull’accaduto di questa mattina si sono prontamente interessate le amministrazioni comunali di Maiori e Minori con i sindaci Antonio Capone e Andrea Reale, essendo la zona a mezzadria tra i due comuni.

maiori-crollo-roccia-02

Erano le 6.45 circa quando dalla parete rocciosa compresa tra il castello e il convento di San Francesco si sono staccate alcune croste di roccia che sono piombate al suolo. Chi ha udito l’impatto racconta di un rumore fortissimo. Sul posto sono immediatamente giunti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Maiori che una volta verificata la consistenza del crollo hanno richiesto l’intervento di un’autoscala partita dalla sede di Salerno e il cui impiego è servito a ispezionare la parte di montagna interessata dal crollo e lungo la quale i peso dei massi ha finito per lacerare la rete di protezione.