Salerno: nel 2018 aumentati i crocieristi e i passeggeri delle vie del mare

Ottime notizie per quanto riguarda il traffico di crocieristi a Salerno. Come riporta il quotidiano La Città, nel 2018 sono aumentati i passeggeri nel porto di Salerno sia per quanto riguarda il traffico crocieristico che delle vie del mare.

Per quanto riguarda il traffico crocieristico a Salerno, rispetto al 2017, è cresciuto del 17% nonostante non sia stato ancora effettuato il dragaggio dei fondali. Il 2017 si era chiuso con soli 65mila 615 croceristi, contro i 111 mila del 2016 e i 189mila del 2015.

Notizie non esaltanti giungono dal traffico commerciale: il porto di Salerno registra una flessione, dopo anni di crescita ininterrotta, nella movimentazione dei cointaner, con un segno negativo, del 2,9%, contro il più 13% di Napoli.

Cristina Incorvaia Uomini e Donne: chi è, età, vita privata e curiosità sulla dama

Nelle ultime settimane Ha fatto parlare molto di sè per le relazioni che ha intrecciato a Uomini e Donne parliamo di Cristina Incorvaia. Cristina Incorvaia Uomini e Donne:...

«I dati diramati dall’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale in merito all’andamento del traffico contenitori – riferisce Agostino Gallozzi, presidente Salerno Container Terminal SpA – confermano il sostanziale mantenimento dei volumi di traffico nello scalo salernitano, nonostante il mancato avvio dei lavori di riqualificazione portuale (dragaggi, imboccatura). Anche la autostrade del mare, ossia il traffico Ro-ro, conferma la curva in discesa ma la forbice negativa a novembre si riduce al 4,5%».

Soddisfatto il presidente del’Authority, Pietro Spirito: «Si sta chiudendo un anno molto positivo per i porti della Campania- ha riferito Spirito-. Il 2019 sarà l’anno nel quale completeremo, in primavera, il dragaggio del porto di Napoli e cominceremo, a novembre, il dragaggio del porto di Salerno. Stiamo ponendo le condizioni per consolidare lo sviluppo dei traffici marittimi, realizzando quei potenziamenti infrastrutturali attesi da tempo, che potranno offrire nuove opportunità per consolidare il ruolo competitivo dei nostri scali».

Inoltre nel 2019 sarà operativa anche la Zes, la zona economica speciale della Campania, incentrata sui porti di Napoli, Salerno e Castellammare.