Covid, contagi tra alunni e insegnanti in Costiera: Dad per alunni di Scala e Ravello

Dopo quella che è sembrata una leggera battuta d’arresto, in Costa d’Amalfi tornano a preoccupare i casi di Covid -19 legati al mondo della scuola.

Durante la giornata di ieri il crescente numero di tamponi postivi tra gli alunni ha fatto prendere la decisione al sindaco di Scala, Luigi Mansi, di chiudere l’Istituto comprensivo di Ravello – Scala.

Sono infatti ben 9 i casi di positività tra gli alunni della sezione primaria e secondaria e di alcuni insegnanti (oltre all’assessore comunale delegato all’istruzione). E proprio per questo motivo che Mansi, in accordo con il dirigente scolastico Santangelo, ha ordinato temporaneamente e in via precauzionale l’interruzione delle attività didattiche in presenza di tutte le classi frequentanti la sezione prima e secondaria, con esclusione degli iscritti alla scuola dell’infanzia.

La maggior parte dei contagiati, sottopostasi a test antigenici, presenta i tipici sintomi influenzali.

E proprio da Ravello arriva la notizia della positività al virus di una insegnante. L’Asl ha predisposto la sorveglianza e l’effettuazione di test per gli alunni delle cinque classi della scuola primaria. Oggi, per loro, lezioni in Dad in attesa della data per lo screening.

Ravello, insediato il nuovo C.O.C.

Intanto a Ravello si è insediato nella giornata del 22 novembre il COC costituito con decreto n.3 del 28/10/2021.
Nella riunione svoltasi con la presenza del Sindaco Paolo Vuilleumier e dei componenti Gianluca Mansi, Raffaele Scala, Franco Lanzieri, Ulisse Salvatore Di Palma, Vincenza De Pasquale, Vincenzo Oddo ed Imma Mandaro. Assenti giustificati Giuseppe De Stefano, Paola Mansi, Giuseppe Dell’Isola, Baldino Cioffi.
Nella riunione si è provveduto ad una prima disamina dello stato della diffusione dei contagi a Ravello che, ad oggi, registra n. 2 casi, e si è discusso inoltre delle attività per i prossimi mesi che consisteranno nelle seguenti azioni:
screening riservato alla popolazione scolastica frequentante le scuole di Ravello da effettuarsi prima e dopo le vacanze natalizie;
sensibilizzazione all’uso dei presidi per prevenire i contagi e per l’adesione alla somministrazione della terza dose (dose booster);
informativa e ausilio agli over 80 per la somministrazione della terza dose (dose booster) con l’attivazione -ove richiesto – di un servizio di accompagnamento presso il centro vaccinale “Ospedale Costa d’Amalfi”.