Covid Campania: tutti i dati di oggi 22 novembre

Puntuale come ogni giorno da mesi, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino relativo ai nuovi contagi da Covid-19.

Oggi si contano 591 positivi e sono stati processati 14.357 test.

Nella giornata si contano 4 decessi in Campania.

Positivi del giorno: 591
Test: 14.357

Deceduti: 4 (*)
(*) nelle ultime 48 ore; 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 24
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 289
(**) Posti letto Covid e Offerta privata.

Incredibile l’aumento dei contagi tra i giovani sotto i 15 anni in Campania: i casi si sono triplicati e De Luca teme per la possibilità di un’ulteriore chiusura totale.

Preoccupanti sono le parole del presidente della regione Vincenzo De Luca pronunciate nella giornata di ieri in occasione di una conferenza stampa a palazzo Santa Lucia.

I contagi tra gli under 15 si sono triplicati

Il Presidente della Regione si sofferma sulla situazione degenerante che si sta creando in questo ultimo periodo: i contagi tra gli under 15 stanno aumentando vorticosamente, sono addirittura triplicati.

Come spiega De Luca, infatti, “Gli ultimi dati che abbiamo, per quanto riguarda il contagio, vedono la triplicazione del contagio per la fascia d’età sotto i 15 anni e in modo particolare fra gli 11 e i 13 anni“.

Quindi, per prevenire un’ulteriore ondata pandemica, De Luca sottolinea la necessità di completare l’immunizzazione del personale scolastico, solo in questo modo si eviterebbe un vero e proprio “disastro”.

“I bambini”, prosegue De Luca“sono vettori formidabili di trasmissione del contagio. Nelle scuole il personale sanitario rischia di essere estremamente esposto a forme di nuovo contagio.”

Ricordando che, nei primi mesi di campagna vaccinale, la Campania è stata “la prima regione per livello di vaccinazione tra il personale scolastico”invita dirigenti, docenti e personale scolastico a replicare il primato.