Covid Campania: più di mille i nuovi casi. I dati del 27 novembre

Puntuale come ogni giorno da mesi, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino relativo ai nuovi contagi da Covid-19.

Oggi si contano ben 1.154 positivi e sono stati processati 29.695 test.

Nella giornata si contano 3 decessi in Campania.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 1.154
Test: 29.695

Deceduti: 3 (*)
(*) Nelle ultime 48 ore. 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 25
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 298
(**) Posti letto Covid e Offerta privata.

Il governatore della regione Campania ha fatto il punto della situazione per quanto concerne l’emergenza Covid.

Registriamo l’emergere di una nuova variante, quella sudafricana, molto aggressiva che determinerà un’ulteriore incremento di contagio. Il governo ha preso misure restrittive con l’obiettivo di tutela della salute pubblica e di salvaguardia dell’encomia del nostro paese. Sarebbe una tragedia richiudere l’Italia nel periodo di Natale, capodanno, nelle feste. Misuriamo i risultati dell’irresponsabilità di chi ha promosso iniziative sgangherate per settimane e settimane e registriamo anche il peso dei milioni di nostri concittadini che non hanno voluto vaccinarsi. Ogni tanto qualcuno sottolinea che quelli che si sono vaccinati dopo 6 mesi rischiano il contagio, ma questo non giustifica chi non si è vaccinato per nulla e determina un aumento dell’occupazione degli ospedali”.

Sulla delicata questione scuola De Luca ha le idee chiare. Anche se i numeri continuano a crescere.

Abbiamo 267 classi chiuse per focolai. Sessantasette a Napoli 2, 179 alunni positivi e 2.100 in isolamento persone. A Na1 37 classi, Asl Caserta 36, 8 Avellino, 7 Benevento, 48 classi a Salerno, Na3 64 classi. In questo quadro gli obiettivi fondamentali sono due: il primo non chiudere l’economia della nostra Regione. È l’obiettivo a cui puntiamo, tenere aperte tutte le attività economiche, sociali e culturali nella nostra Regione. Perciò dobbiamo vaccinarci tutti. L’altro obiettivo e oggi è prioritario è tenere aperte le scuole, evitare di chiudere“.