Covid, al Cotugno il 100% dei pazienti non vaccinati in terapia intensiva

Foto Napoli Today

All’ospedale Cotugno di Napoli il 100% dei pazienti non vaccinati è in terapia intensiva. È il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, Maurizio Di Mauro, a dare la notizia.

“In questo momento al Cotugno abbiamo la subintensiva con pochi posti disponibili e la terapia intensiva con un solo posto libero. Stiamo parlando di una struttura punto di riferimento per le malattie infettive e quindi la maggior parte delle persone vengono qui.”

Il Direttore Di Mauro è stato ospite al programma Barba&Capelli, condotto da Corrado Gabriele. Durante il suo intervento, Di Mauro spiega che i posti sono occupati principalmente da non vaccinati. Continua così “Il rammarico è che più del 90% sono tutti non vaccinati, 100% quelli in terapia intensiva. Il vaccino è la barriera necessaria contro il Covid e per renderlo meno aggressivo.”

Chi è Eleonora campionessa de L’Eredità: cognome, età, montepremi e lavoro

Eleonora è la nuova campionessa de l'Eredità. Grazie alle sue conoscenze è riuscita immediatamente a mettersi in mostra nel programma di Rai1.La trasmissione condotta da Flavio...

Il direttore dell’azienda dei Colli sottolinea quindi la sicurezza dei vaccini, e l’irrilevanza statistica delle controindicazioni del farmaco.

“Abbiamo vaccinato milioni di persone nel mondo. La Regione sta facendo un miracolo, le Asl chiamano a casa e De Luca ha posto l’obiettivo di due milioni di vaccinati entro fine ottobre.”

“Il Covid ha ormai la stessa aggressività iniziale con questa variante.” È per questo motivo che, come lui stesso afferma, all’interno dell’azienda ospedaliera sono pochissime le persone non vaccinate. Questo piccolo gruppo non è impegnato nell’assistenza. “Ho personalmente avuto il Covid-19 e mi sono vaccinato.” aggiunge Di Mauro. Nonostante aver avuto il Covid generi anticorpi, spiega il direttore dell’azienda dei Colli, il vaccino fornisce immunità durature. “I consigli del ministero sono quelli di somministrare un’unica dose a chi ha contratto il virus. Chi ha avuto il Covid quindi deve vaccinarsi, monitorare gli anticorpi e fare anche il richiamo se serve”.