Costiera: la statale amalfitana resta chiusa anche oggi. Domani la riapertura / Video

Riaprirà sicuramente domani, mercoledì 14 marzo, la statale amalfitana 163 interrotta da giovedì scorso poco oltre il bivio di Castiglione per un masso pericolante. Dal sopralluogo svoltosi intorno alle 12 di oggi tra i tecnici del comune di Ravello e dell’Anas (erano  presenti anche i sindaci di Ravello e Amalfi, Salvatore Di Martino e Daniele Milano) è emersa la necessità di completare l’opera con piccoli interventi come l’apposizione della rete metallica lungo i tratti di roccia in cui è stata scucita per consentire la bonifica.

Dunque, tutto rimandato a domani, quando probabilmente nel primo pomeriggio o a chiusura di cantiere si dovrebbe procedere alla riapertura della statale. Un provvedimento che potrebbe essere poi regolato a fasce orarie.

Dalla Regione Campania 26 milioni per incentivare l’occupazione femminile

L’ Assessore della Regione Campania con delega alle Pari Opportunità, alla Formazione e alle Politiche Giovanili, Chiara Marciani, con delibera della Giunta ha destinato...

In buona sostanza, per evitare di congestionare le estremità del punto in cui l’arteria è interrotta (quindi lato Amali e bivio Castiglione) si starebbero ipotizzando delle finestre di apertura: dal pomeriggio fino alle 9 del mattino successivo, nel primissimo pomeriggio e a chiusura del cantiere.

Già domani mattina l’Anas, che ora attende le perizie tecniche e le determinazioni dei sindaci (tutto questo è necessario all’emissione di ordinanza di apertura) potrebbe procedere alla rimozione dei new jersey mantenendo solo le transenne.

Comunque sia i tecnici incaricati di vigilare sulle attività di bonifica relazioneranno in giornata all’Anas circa la rimozione di tutti i pericoli incombenti, mentre nel pomeriggio i sindaci, riuniti per la conferenza dei primi cittadini, valuteranno la soluzione migliore per gestire la riapertura a fasce della principale arteria della Costiera. Comunque sia si tratta informazioni generali. Per ottenere certezze bisognerà attendere le comunicazioni ufficiali degli enti interessati.

«La situazione dei lavori è buona, nel senso che il pericolo è stato eliminato e i tecnici di qui a breve attesteranno l’avanzamento dei lavori – ha detto il sindaco Salvatore Di Martino al termine del summit svoltosi nelle adiacenze della roccia lungo la quale è in atto la bonifica – Con l’Anas stiamo circa le modalità di apertura temporanea. Che potrebbe essere a finestre o a sensi alterni. Lo decideremo a breve perché ci sono una serie di piccole attività che ovviamente comprometterebbero la viabilità in senso assoluto. Quindi bisogna capire un attimo quale è più conveniente delle ipotesi. O il senso alternato o a finestre, ma questo potremo stabilirlo magari anche oggi pomeriggio nel corso della conferenza dei sindaci in modo da far partecipare anche gli altri avendo questa emergenza interessato tutti alla luce della presenza del presidio a pochi metri da qui».

Il summit, svoltosi nelle adiacenze della roccia lungo la quale è in atto la bonifica, è durato circa mezz’ora durante la quale ci si è confrontati sulle opportunità di aprire la strada che è chiusa ufficialmente da giovedì sera.