Costiera Amalfitana nel caos: traffico anche sulla Sp2. Code da Pucara a Maiori

Non solo la statale 163 amalfitana invasa da migliaia di auto. Anche i percorsi alternativi stanno registrando rallentamenti e code in uscita. In Particolare lungo la Sp2 Chiunzi Maiori. Qui, la situazione è stata ancora più drammatica, perché a causa del semaforo posto nelle adiacenze della frana in territorio di Tramonti, la fila di autovetture arrivava fino a via nuova Chiunzi.

Centinaia di auto in colonnate per oltre tre chilometri in attesa di potersi mettere in marcia lungo la strada del ritorno.

La Costiera è un territorio che rischia il collasso, in termini di vivibilità e di sicurezza. Già, perché i residenti ora si sentono ostaggio in casa propria. Per questo monta la polemica per il surplus di traffico veicolare che anche oggi ha paralizzato in più punti la statale amalfitana.

Maria Luisa Io e te: chi è, età signora uncinetto del programma di Rai...

Maria Luisa è diventata ormai un personaggio pubblico grazie alla partecipazione al programma Io e Te in onda ogni giorno su Rai 1.Pierluigi Diaco quotidianamente...

In misura esponenziale rispetto ai giorni scorsi quando per muoversi da un comune all’altro occorreva più di un’ora. Tempi biblici che hanno mandato su tutte le furie cittadini e pendolari.

Ma anche i tanti turisti stipati come sardine nelle proprie autovetture.

Persino Google Map fino a poco faceva segnare alcuni tratti della 163 come zona rossa. Con tempi di percorrenza superiori a i 25 minuti.

Il veleno ha ripreso a scorrere nelle vene della Divina già dalle prime ore della mattinata, con traffico bloccato nei punti critici. Una terribile danza che si è ripetuta di curva in curva. Di comune in comune. A cominciare da Positano fino ad arrivare a Vietri sul Mare.

E’ ora che tutte le parti trovino concordia e che si lavori in un’unica direzione. Da cittadini vorremmo vedere amministratori impegnati a tutelare la collettività e non liti da cortile.