Costiera Amalfitana: i sindaci chiedono tutor e autovelox lungo la statale 163

I sindaci della Costiera Amalfitana chiedono maggiore sicurezza lungo la strada statale 163. La principale arteria della Divina, infatti, è stata tante, troppe, volte teatro di terribili incidenti.

Il sindaco di Maiori, Antonio Capone, ha scritto al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, per chiedere l’installazione lungo la strada statale 163 di strumenti elettronici per il controllo della velocità.

Il tratto interessato dalla richiesta del sindaco del paese costiero sarebbe quello che da Vietri sul Mare porta fino a Maiori.

In tal senso anche il primo cittadino di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone, ritiene che i tutor potrebbero essere uno strumento utile per evitare che si possano verificare terribili incidenti.

Si tratta di uno strumento importante introduzione per garantire la sicurezza dei cittadini – ci ha spiegato il sindaco De Simone – Anche noi qui a Vietri abbiamo alcuni tratti nei quali sarebbe consono venissero installati questo tipo di strumenti. Una bella iniziativa alla quale, se sarà necessario, darò il mio appoggio“.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il pensiero del sindaco di Cetara, Fortunato Della Monica, che in attesa che si possa intavolare un discorso con coinvolga tutti gli enti interessati è già a lavoro per scongiurare il problema traffico in vista della prossima stagione turistica.

Questi strumenti possono rappresentare una grande opportunità per garantire la sicurezza a tutti gli utenti della strada – dichiara Della Monica – Acamir mi ha assicurato che dalle festività pasquali, nel fine settimana, e nei mesi di luglio e agosto avremo a disposizione gli ausiliari del traffico che lavoreranno nei punti più delicati e strategici della statale 163“.

Negli ultimi tre mesi sono stati due gli incidenti mortali che si sono verificati lungo la principale arteria della Divina che attraversa tutto il territorio da Vietri sul Mare a Positano. Nello scorso mese di ottobre la giovanissima Fernanda Marino, aveva solo 17 anni, ha perso la vita in uno scontro nei pressi della Città Verticale e a un mese di distanza lungo i tornanti dell’Amalfitana è scomparso, in seguito a un incidente a bordo della sua moto, Giuseppe Noschese, 31enne di Battipaglia.

Il sindaco di Positano, Giuseppe Guida, chiede che l’iniziativa di installare tutor e strumenti di strumenti elettronici per il controllo della velocità possa essere esteso fino alla Città Verticale e anche oltre.

I tutor potrebbero essere un deterrente per ridurre la velocità con la quale questa strada viene attraversata – spiega Guida – Senza dimenticare anche il tratto di strada che porta verso Vico Equense che è estremamente pericoloso“.