Costiera Amalfitana, Giovanni Di Martino torna sindaco di Praiano

Revocata la misura cautelare nei confronti di Giovanni Di Martino che dopo 10 mesi potrà tornare nella sua Praiano. Il sindaco del paese costiero fu arrestato lo scorso giugno per aver intascato una presunta tangente da 250 euro e fu costretto, quindi, a lasciare la fascia al suo vice Anna Maria Caso.

Dopo tre giorni ai domiciliari, gli fu imposto il solo divieto di soggiorno nel comune di Praiano. Di Martino, alla luce della decisione del Tribunale di Salerno arrivata nel pomeriggio di giovedì, potrà tornare nel comune che ha guidato dal 2006.

Una bella notizia non solo per l’ex primo cittadino e per la famiglia, che gli è stata vicina in questo momento di difficoltà, ma anche per le tante persone che lo hanno sostenuto nei mesi scorsi.

Chi è Ada Alberti: età, marito, figli, curiosità, lavoro, carriera e vita privata

Ada Alberti è una delle astrologhe più conosciute e apprezzate del panorama televisivo italiano. Grazie alla sua simpatia e al suo modo di fare ha...

Proprio sulla scorta di quanto deciso dal Tribunale, il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha disposto in data odierna la revoca del decreto, adottato il 10 giugno scorso, con il quale era stata dichiarata la sospensione di diritto dalla carica del Sindaco di Praiano, Giovanni Di Martino, ai sensi dell’art. 11, comma 1, del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235

Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’ordinanza del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, emessa il 1° aprile 2021, di revoca della misura del “divieto di dimora” nel territorio comunale, alla quale il primo cittadino era stato sottoposto con provvedimento dell’8 giugno 2020.