Costiera Amalfitana: ecco tutti i paesi dove è obbligatoria la mascherina

Foto Greenme

A partire dalle giornate di ieri in alcuni comuni della Costiera Amalfitana si può uscire di casa per svolgere azioni necessarie e indispensabili, come fare la spesa, solo ed esclusivamente muniti di mascherina.

L’obbligo è scattato a seguito di varie ordinanze sindacali emesse dai primi cittadini. Vediamo allora in quali paesi della Costiera Amalfitana vige l’obbligo di indossare la mascherina:

Cetara:

Il sindaco di CetaraFortunato Della Monica, per limitare sempre di più il contagio da coronavirus ha firmato un’ordinanza con la quale si impone che i cittadini indossino la mascherina ogni qual volta escono di casa. Allo scopo di contrastare e contenere e prevenire ulteriormente il diffondersi del virus COVID-19 nel Comune di Cetara – si legge nell’ordinanza si applicano le seguenti misure specifiche: “Ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottare tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. Pertanto la circolazione nelle strade cittadine nonché l’accesso, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali e uffici pubblici, è consentito solo indossando dispositivi di protezione e sicurezza quali le mascherine, che devono essere indossate correttamente dovendo proteggere in modo stabile e coprendo integralmente la bocca ed il naso. Il l Comune avvierà, al fine anche di incentivarne l’utilizzo, la distribuzione gratuita di un primo stock di d.p.i. del tipo mascherine chirurgiche a beneficio della popolazione (una per nucleo familiare) da richiedere per il tramite della Protezione Civile Comunale al numero 0899355570, fermo restando in capo a ciascun cittadino il dovere di premunirsi della dotazione personale”.

Maiori:

Mons. Orazio Soricelli: “La Divina Costiera vi ritemprerà corpo e spirito. Benvenuti in questi...

L'arcivescovo della diocesi Amalfi-Cava de' Tirreni, Mons. Orazio Soricelli, ha scritto un messaggio rivolto agli abitanti della Costiera Amalfitana e a tutti i turisti che affolleranno la...

Con Ordinanza sindacale n.31 del 7 aprile 2020 il sindaco di Maiori, Antonio Capone, ordina, al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19
l’adozione sul territorio del Comune di Maiori della seguente misura preventiva:
ogni spostamento per motivi di necessità fuori dall’abitazione deve essere effettuato con l’adozione di tutte le misure precauzionali adeguate a proteggere se stesso e gli altri dal contagio ed in particolare con obbligo di indossare la mascherina.
Pertanto la circolazione nelle strade cittadine nonché l’accesso, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali e uffici pubblici, è consentito solo con l’utilizzo dei dispositivi di protezione e sicurezza( DIP) quali le mascherine, indossate correttamente dando idonea copertura alla bocca e al naso.

Ravello:

A Ravello è obbligatorio indossare la mascherina protettiva quando si esce dalla propria abitazione. La decisione è stata presa dal primo cittadino Salvatore Di Martino con Ordinanza Sindacale n.16. “E’ fatto divieto di circolare per strada e di recarsi all’interno degli esercizi commerciali e nei luoghi pubblici senza indossare una mascherina protettiva”. “Si avverte che, in caso di inottemperanza, è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25 ad Euro 500, ai sensi dell’art.7 bis del D.Lgs 267/2000”.

Tramonti:

Anche il sindaco di TramontiDomenico Amatruda, ha firmato un’ordinanza con la quale obbliga i cittadini ad indossare la mascherina e di adottare le misure di protezione e prevenzione per uscire di casa. Una decisione necessaria in questo momento di emergenza per cercare di limitare al massimo il rischio di contagi. “Con l’Ordinanza n. 20 del 7 aprile 2019 il Sindaco, allo scopo di contrastare e contenere e prevenire ulteriormente il diffondersi del virus COVID-19 nel Comune di Tramonti, impone che ogni qualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vadano adottate tutte le misure precauzionali adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, utilizzando il d.p.i contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.