Costa d’Amalfi sotto scacco del forte vento. A Furore albero invade mezza carreggiata. Volano anche lamiere e tegole

Il forte vento che spira da oggi sulla Costa d’Amalfi sta creando non pochi problemi soprattutto per la tenuta degli alberi lungo i fianchi delle montagne che costeggiano i principali nastri d’asfalto. A cominciare dalla ex statale 366 Agerolina. Poco fa tra Tovere e Furore un enorme cespuglio ha invaso mezza carreggiata e per la rimozione sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco del distaccamento di Maiori che da oggi pomeriggio stanno compiendo gli straordinari. Problemi anche sulla statale dove si segna pietrame in più punti venuto giù dalle pareti rocciose. Nel pomeriggio altri interventi si sono resi necessari per le verifiche di alcune impalcature. Alberi e rami divelti, lamiere che volano, motoveicoli parcheggiati abbattuti, pezzi di cornicioni che crollano: sono gli effetti delle forti raffiche di vento che soffiano su tutta la Campania. Centinaia solo nel salernitano sono state oggi le chiamate di soccorso inviate ai Vigili del Fuoco impegnati con tutte le squadre disponibili per far fronte alle varie emergenze. Diversi i gazebo travolti dal vento con relativi danni per i commercianti che svolgono le loro attività di ristorazione all’esterno. Anche a Napoli. Al momento, però, si registrano per fortuna solo danni alle cose.