Sulla Costa d’Amalfi fango e pietre. Gli effetti del maltempo da Positano a Tramonti / Foto

Ritorna e il maltempo e con esso anche i disagi per la circolazione stradale su molte arterie della Costa d’Amalfi. In particolare sulla Sp1 Ravello – Tramonti, chiusa ufficialmente al traffico da oltre cinque anni. Qui, oltre ad alcuni smottamenti presenti lungo il tratto compreso tra Ravello e la località Passo, la strada risulta impercorribile per effetto della nuova colata di fango che ostruisce il passaggio.

Molti automobilisti sono stati costretti a fare marcia indietro questa mattina dopo essersi visti costretti a fermare la propria marcia di fronte al nuovo smottamento che ha ostruito quel che resta della carreggiata.

Barca in fiamme: la Guardia Costiera di Salerno mette in salvo un diportista

Barca in fiamme ieri pomeriggio nei pressi del porto di Salerno dove i militari della Guardia Costiera hanno tratto in salvo una persona scongiurando...

«Finiti gli incassi colossali e a mio parere ingiustificati della stagione appena trascorsa, continuano i disagi di chi, suo malgrado è costretto a vivere in Costiera. Benvenuti nella Divina» è il post di Antonio C. che questa mattina si è visto costretto a percorrere una strada alternativa per raggiungere il proprio posto di lavoro.

Altre situazioni di criticità si segnalano a Tramonti, dove alcune strade sono state invase da pietre e fango. In particolare nella frazione Paterno Sant’Arcangelo la cui stradina è stata letteralmente invasa dal fango venuto giù dal Vallone Pastenatella. Qui, sono al lavoro alcuni mezzi di una ditta privata che stanno spalando il materiale venuto giù in seguito agli incendi di quest’estate.

Più critica la situazione lungo la variante che collega Polvica con Pietre. La strada, di proprietà della Provincia, è stata chiusa al traffico a causa della caduta di tronchi d’albero e di masi che non solo hanno ostruito il passaggio lungo l’arteria ma hanno invaso anche un adiacente deposito di un’impresa edile. Sul posto ci sono i Vigili del Fuoco del distaccamento di Maiori.

Ma la situazione più critica si segnala a Positano dove la furia dell’acqua ha trasportato a valle fango, detriti ed enormi massi causando notevoli problemi all’isola ecologica dove sono stati danneggiati alcuni mezzi per la raccolta dei rifiuti. Come dimostrano le immagini scattate da Fabio Fusco, massi di enormi dimensioni oltre a cumuli di pietre hanno letteralmente invaso la zona arrivando fin giù alla spiaggia.

Una situazione impressionante determinata dai devastanti incendi di questa estate che hanno creato non pochi problemi all piccola frazione di Montepertuso. Il fango e le pietre, alcune gigantesche, sono giunte con centinaia di tronchi di albero, fin giù alla spiaggia attraverso il vallone dei Mulini.

La stradina dei ristoranti risulta essere invasa dal fango ed a lavoro da stamattina ci sono decine di persone. Anche la spiaggia sembra essere stata devastata da un uragano e invece è stata letteralmente aggredita alle spalle da un fiume di acqua e detriti che ha distrutto anche qualche barca.

Strada allagata questa mattina al porto di Salerno, esattamente nei pressi del cantiere dove sono in atto i lavori di realizzazione della variante in roccia. Anche in pensila sorrentina si segnalano criticità.

A Vico Equense frana alla Madonnina a Moiano dove risultano essere state travolte alcune auto. Chiusa strada per Monte Faito .