Consegnate ieri 5mila borracce in tritan nelle scuole della Costiera / Video

Sono state consegnate ieri nelle scuole della Costiera Amalfitana ben 5000 borracce in tritan che vanno a sostituire le bottigliette di plastica usa e getta.

Le borracce sono state consegnate all’Istituto Comprensivo “Roberto Rossellini” di Maiori da Andrea Ferraioli Presidente del Distretto turistico Costiera Amalfitana.

“Oggi in Costiera Amalfitana inizia un processo culturale innovativo – ha dichiarato Ferraioli-. La consegna delle borracce in tritan, alle ragazze delle scuole è un primo passo e serve per educare i bambini ed attraverso loro i cittadini ed i residenti della Costiera alla riduzione dell’utilizzo di plastica. Ovviamente il progetto riguarda il turismo, i viaggiatori ma abbiamo pensato di partire prima dai cittadini residenti per essere coerenti”.

Chi è Lucia Ocone: età, lavoro, marito e carriera dell’attrice

Lucia Oconeè una comica ed attrice italiana famosa anche per le sue divertentissime imitazioni dei personaggi famosi. Chi è Lucia Ocone: età, lavoro, marito e...

Le borracce in tritan, materiale di ultima generazione lavabile in lavastoviglie, un polimero che non contiene sostanze chimiche e tossiche ed è ecologico, resistente alle temperature e per questo lavabile in lavastoviglie, permette di non immettere nell’ambiente ben 80 g di CO2 ogni volta che la si utilizza.

“Fortunatamente la Costiera Amalfitana non è oggetto di inquinamento da plastica e lo abbiamo sperimentato questa Estate quando abbiamo messo in mare lo spazzamare e addirittura dei Droni per il monitoraggio del mare e non sono stati trovati molti rifiuti – continua Ferraioli-. E’ un progetto che mira alla protezione di un ecosistema così delicato che va assolutamente protetto”.

“La consegna delle 5000 borracce in tritan agli studenti di tutte le scuole è solo l’inizio.  Un progetto sostenibilità voluto dalla Rete per lo Sviluppo Sostenibile e Turistico della Costiera che è il braccio operativo del Distretto Turistico formato al suo interno da 60 imprese e dalle 14 amministrazioni comunali dei paesi della Costiera. Non solo le borracce – ha proseguito Ferraioli – ma oggi abbiamo installato anche 20 case dell’acqua del sindaco”.

“La ricaduta per l’ambiente sarà importante: almeno 600.000 bottigliette di plastica usa e getta in meno ogni anno, 90.000 metri di plastica in meno da smaltire e addirittura 480.000 kg di CO2 non prodotte sempre ogni anno – conclude Ferraioli-. Attraverso i giovani, per questo abbiamo deciso di partire dai ragazzi, le buone pratiche arriveranno anche in tutte le famiglie. Non è finita perché nelle prossime settimane installeremo ben 35 colonnine per auto elettriche lungo i 40 Km della Costiera. Una grande rivoluzione che parte dagli imprenditori, in piena sinergia con tutte le Amministrazioni Comunali ed anche con l’Area Marina Protetta “Punta Campanella” e l’Ente Parco dei Monti Lattari”.