Minori si mobilita per il campanile dell’Annunziata. Cittadini scrivono al Governo: “Bellezza da tutelare”

I cittadini di Minori e la locale Pro Loco uniti per ottenere i fondi necessari alla restaurazione del campanile della chiesa di Santa Maria Annunziata, risalente al XII secolo.

L’associazione, guidata da Giuseppe Apicella, ha invitato i cittadini a segnalare in massa l’edificio arabo-bizantino alla mail “bellezza@governo.it”, così da poter ottenere i fondi necessari al restauro.

Infatti anche gli abitanti della Città del gusto cercheranno di ottenere una piccola parte dei 150 milioni di euro, messi a disposizione dal governo per la riqualificazione dei beni nei piccoli centri: «Ci sono, pronti, 150 milioni di euro che vanno assegnati entro il 10 agosto – scrive sul suo profilo facebook il Premier Matteo Renzi –  Le segnalazioni dovranno arrivare entro il 31 maggio. Pompei e gli Uffizi aiutano l’Italia a tornare orgogliosa di se stessa, bene! Ma abbiamo bisogno anche del piccolo borgo dimenticato o del museo abbandonato o della chiesetta da ristrutturare. E meglio ancora se un gruppo di cittadini, una associazione, una Pro Loco, una cooperativa, una impresa innovativa si offre di gestire questi beni come luoghi dell’anima per la comunità».

Napoli: muore durante il viaggio di nozze in Kenya. La moglie «Non inviateci più...

La triste storia di Ciro Chiariello ha fatto il giro del mondo. Partito da Napoli con la moglie Angela per il viaggio di nozze in Kenya, non...

Nell’interesse dei minoresi e degli abitanti della Costa d’Amalfi tutta, il presidente Apicella di concerto con i soci della Pro Loco di Minori, hanno inviato un invito ai cittadini stessi per segnalare un campanile unico nel suo genere.

«Entro fine mese le richieste devono essere inviate, sarebbe bello ed importante riuscire ad ottenere quei fondi – sottolinea il presidente Apicella – così da inserire anche il campanile dell’Annunziata in un circuito turistico più ampio, ridando vita ad un campanile unico in tutta la Costiera Amalfitana. Pensiamo di poterlo valorizzando, inserendolo anche nell’itinerario della passeggiata Maiori – Minori, tramite la via dei limoni».