Cetara, successo per la chiusura di Cinealici, un esempio concreto di destagionalizzazione

Si è conclusa venerdì sera, con la proiezione del film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores, la rassegna “Cinealici”, la suggestiva esperienza multisensoriale che ha animato tutte le aperture dei weekend di Novembre.

Ogni appuntamento è stato un viaggio alla scoperta delle antiche tradizioni cetaresi e dei prodotti tipici del piccolo borgo, grazie soprattutto al contributo dell’associazione “Amici delle Alici” e dei ristoratori locali che invece, hanno curato le degustazioni enogastronomiche susseguitesi, con piatti del territorio dal gusto eccezionale.

Nel museo Cantina, nel corso dell’ultima serata di cine-degustazione sono stati presenti, a sottolineare il legame viscerale tra Cetara e la sua tradizione di pesca (e, soprattutto, di lavorazione dei prodotti del mare) Alfonso Pellegrino e Domenico Giordano della cianciola “Sacro Cuore” che hanno condotto i presenti nella suggestiva esperienza del rammaggio manuale delle reti da pesca.

La rassegna è stata organizzata dal comune di Cetara, la cui amministrazione è guidata dal sindaco Fortunato Della Monica, all’interno del progetto La Magia Degli Elementi – Itinerari tra luce, acqua ed artigianato locale, finanziato dalla Regione Campania a valere sui fondi POC Campania 2014-2020.

Questo si inserisce nell’ambito della linea strategica Rigenerazione Urbana, Politiche per il Turismo e Cultura, che rappresenta un programma di percorsi turistico-culturali, naturalistici ed enogastronomici per la promozione turistica della Campania.