Chi era nella realtà Will Newman di A Un Metro da Te: la storia vera

Will Newman è il protagonista di A un metro da te, la commovente storia raccontata dal film diretto da Justin Baldoni.

Il personaggio principale, ovvero Stella, è in effetti ispirata a una persona realmente, si tratta di Claire Lucia Wineland.

Una ragazza affetta da fibrosi cistica che con la sua positività e il suo sorriso contagioso ha aiutato migliaia di persone in tutto il mondo.

A soli 13 anni ha fondato la Claire’s Place Foundation. Ispirata dal sostegno della comunità mentre era in coma, ha lanciato l’ organizzazione no-profit per fornire supporto ai bambini con fibrosi cistica e alle loro famiglie colpite.

Chi era nella realtà Will Newman di A Un Metro da Te: la storia vera

Per quanto riguarda Will, protagonista del film, è una ragazzo affetto da fibrosi cistica. L’incontro con Stella dona però a Will una nuova prospettiva sulla sua esistenza. Poco a poco, la gioia e la vitalità della ragazza fanno sì che se ne innamori, trovando quindi un motivo per cui valga la pena lottare.

Una storia d’amore romantica e molto particolare visto che i due devono rimanere almeno a due metri di distanza. Il rischio sarebbe quello di trasmettere batteri pericolosissimi per la salute dell’altro.

Un racconto struggente e che fa molto riflettere su molti aspetti della vita. Will, però, non è ispirato a una persona realmente esistita.

L’idea nasce da un dialogo tra il regista, diventato amico di Claire Lucia Wineland alla quale aveva chiesto se avesse mai frequentato una persona affetta dalla sua stessa patologia.

La risposta di quella che poi sarebbe diventata Stella nel film, fu che le persone con la fibrosi cistica non possono avvicinarsi troppo ne toccarsi.

Da qui l’idea in accordo tra Claire Lucia e il regista di incentrare la storia del film su un amore più forte dello spazio e del tempo.